Continua la battaglia per l’assegnazione dei diritti TV del triennio 2021-2024. Sky ha presentato ricorso contro Dazn

Proseguono le diatribe tra Sky e Dazn per l’assegnazione dei diritti TV. La vittoria della piattaforma streaming per il triennio 2021-2024 non ha messo un punto alla questione, anzi. Sky è tornato all’attacco facendo ricorso, secondo quanto riportato da MilanoFinanza, appoggiandosi ad una presunta violazione della Legge Melandri in riferimento alla no single buyer, cioè che un solo operatore acquisisca tutti i pacchetti delle dirette.

Diritti Tv, restano in palio le tre partite in co-esclusiva

Dazn è infatti riuscita ad ottenere l’esclusiva dei vari match, acquisiti durante le assemblee con i presidenti, lasciando Sky con un pugno di mosche anche sul fronte del pacchetto delle esclusive condivise. 87,5 milioni sono stati considerati insufficienti per assicurare al gruppo di Comcast il bottino in palio. La Lega ha quindi aperto un altro bando per le tre partite condivise, ma il ricorso potrebbe rallentare tutto.

Diletta Leotta, DAZN
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-04-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
natali giancarlo
natali giancarlo
15 giorni fa

SL(accantonata ma ci riproveranno),CL,EL e nuova coppetta della mutua.Tutti contro tutti in un quadro quantomai desolante dominato dalla finanza.In tale contesto non poteva mancare la battaglia legale SKY\DAZN….che probabilmente si concluderà in modo gattopardesco con buona pace anche del ns. Pres. che dapprima ha sostenuto i Fondi della Lega,poi ha… Leggi il resto »

michelebrillada
michelebrillada
15 giorni fa

io non guarderò mai la tv in internet per cui per me il calcio in tv finisce qua

Il presidente del Barcellona: “La Superlega è una necessità”

Serie A, presidenti contro Agnelli: si valutano azioni legali per la questione dei fondi