L’Uefa ha in mente un piano B. L’Hypercube ha stilato un nuovo calendario che allinea le competizioni dei diversi Paesi membri

Con le discordanze causate dalle decisioni prese dai diversi Paesi Europei, e la stagione 2019-2020 dal destino ancora incerto, l’Uefa, che vorrebbe una ripresa generale del calcio, sta valutando un piano di riserva per il futuro. Il tabloid inglese “The Sun”, avrebbe infatti riportato che sono in atto alcune riflessioni ed ipotesi per un calendario diverso e programmato in base all’allineamento dei campionati. Attualmente infatti, le diverse leghe calcio hnano date di inizio e fine differenti. Ad occuparsi dell’organizzazione l’Hypercube, un’azienda partner dell’Uefa. Il nuovo calendario sarebbe valido fino al 2023, cioè al Mondiale.

Uefa, il nuovo calendario proposto da Hypercube

Il piano stilato prevede che la prossima stagione inizi a fine dicembre, per permettere di riprendere le tempistiche e la preparazione consuete. É poi previsto un mese di stop a stagione in corso, per dare spazio agli Europei, spostati al 2021 a causa del coronavirus. Il campionato terminerebbe poi a novembre 2021. La stessa sorte tocca all’anno successivo, che però si chiuderebbe in tempo utile per prepararsi ai Mondiali in Qatar, che chiudono il 18 dicembre 2022. Dall’anno successivo, la fine del campionato torna al periodo estivo (da gennaio a metà luglio), per poi tornare a giocare a metà agosto nel 2024.

Il direttore dell’Hypercube: “Abbiamo calcolato tutto”

Il direttore dell’Hypercube Pieter Nieuwenhuis ha dichiarato che è già stato calcolato tutto nei dettagli: “Il nostro piano è finanziariamente fattibile e questo piano pluriennale eviterà molti fallimenti. Abbiamo calcolato tutto. Richiede un finanziamento di circa 7 miliardi di sterline in tutta Europa, il che può sembrare tanto fino a quando non si considera che il fatturato di un top club europeo è di circa 30 miliardi di sterline all’anno. Questo è il modo migliore per decidere tutte le competizioni sul campo alleviando le pressioni a club e associazioni.“.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-05-2020


L’ex procuratore FIGC: “Inter-Juve 2018? Mancava un audio di Orsato e Var su Pjanic…”

Allenamenti di gruppo dal 18 maggio: arriva l’ok del Governo