Calciomercato Torino: Ljajic è ora un caso, e lo Spartak non molla

91
CAMPO, 27.8.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, Serie A, TORINO-SASSUOLO, nella foto: Adem Ljajic

Ieri Frustalupi non lo ha nemmeno fatto scaldare: Ljajic non vuole perdere il Mondiale, e il calciomercato in Russia non è ancora chiuso. Il Torino sta ancora valutando

Vero: Urbano Cairo su Adem Ljajic è stato molto chiaro. “Perché dovrei venderlo?” aveva dichiarato il patron granata dopo Torino-Benevento, chiudendo a ogni ipotesi di cessione. “Ha giocato, ora no; tornerà ad avere le sue chances più avanti“. Ma quando? È quello che si chiedono i tifosi, e soprattutto il numero 10 serbo, che dopo aver conquistato il Mondiale non vuole assolutamente lasciarsi scappare questa splendida opportunità. Ma per andare ai Mondiali serve giocare, e in questo momento Ljajic nelle gerarchie è stato scavalcato anche dal volenteroso Berenguer, ieri proposto nell’inedita posizione di punta insieme con Falque. È evidente che Mazzarri lo tenga sì in considerazione, ma meno di altre opzioni, e sembra davvero strano, visto il tasso qualitativo del giocatore. Ma così è, e i risultati per ora stanno dando ragione al tecnico, che continua a eludere il discorso su Ljajic: “finora ho avuto a disposizione solo cambi forzati“, aveva dichiarato prima di Torino-Udinese.

Ma ieri, di cambi forzati, proprio non ne ha avuto bisogno, e colpisce il fatto che Ljajic non si sia mai alzato dalla panchina per andare a riscaldarsi, nonostante la lombalgia fosse sicuramente superata, vista la convocazione. Che succede, quindi? La risposta non risiede solo e soltanto in questioni tecniche, ma anche in possibili dinamiche di calciomercato, tutte da conoscere. Perché il 24 febbraio chiuderà la sessione di compravendita in Russia, e lo Spartak Mosca continua a essere interessato al fantasista, che però il Torino vuole farsi pagare non meno di 10 milioni di euro. Spendere tanti soldi non piace a nessuno, nemmeno a club particolarmente facoltosi, ma la trattativa può avere degli sviluppi interessanti, soprattutto a fronte di questa nuova esclusione, piuttosto netta.

Ljajic non ha chiesto la cessione, e a Torino non si trova male, ma è un potenziale titolare in molte squadre, e lo sa bene: per questo il suo agente si guarda intorno, per capire meglio il da farsi. E il Toro stesso non vuole deprezzare un investimento pesante messo a segno due estati fa. Si valuta, ancora. Nonostante le parole di Cairo, che aveva confermato senza mezzi termini anche Mihajlovic. Due settimane prima dell’esonero…

91 Commenti

  1. Boh.. andate su trasfermarkt o chiedere a belotti anno scorso , dire che non sia stato decisivo in 2 anni per assist e gol e’ una cazzata. Che non sia un top siamo d’accordo , che sia antipatico pure , sinceramente se c’ha la Ferrari cazzi suoi ma nella mia squadra ideale la gente coi piedi buoni dovrbbe giocare sempre

  2. A lui piace il grano, a urby ancora di più, se arriva il grano sufficiente per entrambi se ne andrà. Niente sport e niente poesia. Ha i piedi buoni, costa tanto e rende il giusto, è una plusvalenza sicura e ha il cartellino del prezzo attaccato, che giochi o meno è secondario.

  3. Ljaijc é un talento enorme secondo me. Non é completissimo ma per me é un top. Però per giocare a calcio ad alti livelli serve anche altro e lui quell altro non prova nemmeno un po’ a metterlo. È un peccato perdere un giocatore così ma per onestà intellettuale bisogna dire che se ci mettesse più voglia non sarebbe nel toro ma nel real o nel bayern…

    • …..per giocare a calcio ad alti livelli……
      Siamo nell’Italietta esclusa dai mondiali dalla svezia e lui è un giocatore di una squadra da metà classifica o poco più , ergo il paragone non è attinente.
      Preferisco una sua gamba “ferma” a 10 zappe che corrono come muli senza avere alcuna alternativa ad un po’ di fantasia o inventiva.
      Sposo però l’equilibrio ritrovato della squadra, quindi giusta l’esclusione. Risibile sarebbe vederlo messo dentro nel caso (remotissimo) andassimo sotto per recuperare la partita contro gobbilandia, eh no! Tribuna.

      • Una squadra che però per fare punti ha bisogno di correre. E oltre al discorso atletico quello dello spirito è della compattezza del gruppo. Evidentemente se sta fuori un motivo cé. Mazzarri non é uno stupido e se lo tiene fuori un motivo cé.

        • Si, è condivisibile.
          Chiaramente il mondo pallonaro di “testadighisa” non è propriamente da fuochi d’artificio o calcio champagne. Questo è un altro aspetto.
          Ciò che desidero evidenziare è che non vorrei vedere un ulteriore abbassamento del tasso tecnico della squadra, quindi se il mister è davvero bravo, lo motiva e gli trova utilissima collocazione.
          Perché ricordo critiche passate che definivano un pessimo allenatore colui che non riusciva ad ottenere il meglio dai giocatori…..
          Quindi c’è sicuramente dell’altro.💸💸💸

  4. Io penso che stia fuori perche’ non è al meglio fisicamente visto che rientra da un infortunio. Se poi con Spacobotilia ha sempre avuto un trattamento di riguardo durante gli allenamenti credo ci vorrà più tempo per fargli raggiungere una condizione accettabile. Secondo me domenica parte titolare dietro le punte, con questa formazione. (3,4,1,2) SIRIGU, BURDISSO, NKOULOU, MORETTI, ACQUAH, RICON, BASELLI, OBI, LIAJIC, IAGO, BELOTTI. FVCG

  5. Pensavo fosse una cosa temporanea dovuta ad infortunio. Ora le esclusioni cominciano ad essere troppe per non fare una prova. Penso alle parole di Mazzarri ” il presidente mi ha detto che nello spogliatoio succedono certe cose”. Difficile pensare la sua esclusione non sia dovuta a motivi disciplinari seri. Perché cmq l’ultima stagione ljajc sul campo mi sembra si sia sempre impegnato

  6. La questione è duplice, in primis la possibile cessione se arriveranno i soldi richiesti ed in secondo luogo il comportamento del giocatore che non è mai stato buono nemmeno nelle squadre in cui ha militato in precedenza. Ottime doti tecniche ma assenza di professionalità e di maturità, un peccato.

  7. vediamo il 24 che succede,parlare prima,e’ aria fritta.
    personalmente lo trovo un talentuoso sbruffoncello che se ne frega..russia cina italia,basta monetizzare,ovunque andato,sempre via e mai rimpianto,un motivo ci sara’,forse l’aggettivo giusto e’ indisponente”

  8. A me stupisce che Ljajic stia sempre in panchina perché Mazzarri è stato l’artefice della rinascita di Cassano alla Samp, uno dei giocatori per certi versi più simili ad Adem – nel bene e nel male.

    Spero sinceramente che Ljajic si metta in riga perché un potenziale come il suo andrebbe sfruttato al massimo, da trequartista o da regista che sia.

  9. Adem resterà sempre un mezzo giocatore, Mazzarri lo sa e visto che è un pragmatico credo gli preferisca gente con meno talento ma più di sostanza e dato che Niang è costato caro ed è al primo anno ma non si può averne due in squadra… Ciao ciao Ljaic!

      • Mah guarda, alla fine facciamo un bel catenaccio.
        Per me i giocatori buoni vanno sempre schierati al posto di quelli meno buoni.
        Poi si può discutere su Ljajic più forte di Niang o Berenguer, ma onestamente mi sembra
        Che il primo li stacchi di diverse lunghezze.
        Avessimo uno migliore o di egual livello sarei il primo a metterlo in panca

  10. La domanda per i suoi sostenitori è: lo avete mai visto in allenamento???
    Io ho visto il primo allenamento a porte aperte di WM.
    Quando corrono il primo della fila è il solito Moretti.
    Indovinate chi è l’ultimo!
    Per non parlare dello scazzo con cui fa gli esercizi!
    Ma porca di quella *****, c’è il nuovo mister, non vuoi farti notare?
    Finché “allenava” il demente serbo Ljajic godeva di protezione e stima, tanto che Miha aveva creato un modulo suicida per farlo giocare nel suo ruolo preferito, ma abbiamo visto i risultati.
    Andatevi a vedere la sua carriera, è sempre finito in panchina ovunque, oppure preso a pugni sui denti.
    Ci sarà un motivo???
    Penso che con la Ferrari e i ritardi agli allenamenti (quando è finito in tribuna pure con Miha), si sia giocato anche la stima della società che, nonostante le parole di facciata, sta tentando di sbolognarlo.
    Io questa volta, non succede spesso, mi schiero con società e WM.

    • Beh però allora lo stesso discorso sarebbe dovuto valere per Niang, che è stato sovrappeso dai 3 ai 4 kg nei primi 4 mesi al Toro.
      Ljajic si è anche fermato 3 volte per infortuni nel corso della stagione: roba di poco conto, però anche quello ha fatto la differenza

      • Niang per 10 partite ci ha fatto giocare in 10 e si presentato a ssettembre atleticamente impreparato e non si sta parlando un giocatore utra trentenne (es Maxy Lopez) ma di un ragazzo di 23 con tanto di preparatori e palestre a disposizione che fossero a Milano o a Torino ! Per un professionista che deve fare del suo corpo un investimento è scandaloso !

  11. Ciao @mas63simo, rispondo qua alla tua ultima:
    tu hai scritto: “…l’unico giocatore con un minimo di talento che abbiamo”.
    Io ti ho risposto dicendo che non è vero, secondo me, che sia l’unico. E ho aggiunto, senza riferirmi specificatamente alla tua frase, ma un po’ più in generale a quanto si legge nel forum, che non è nemmeno vero, sempre secondo me, che sia un giocatore così pieno di talento. Tutto qua.

  12. Ripeto quanto detto tempo fa: inutile lamentarsi che Ljajic non è continuo o spesso non è decisivo..NON SAREBBE AL TORO altrimenti, mettetevelo in testa..sarebbe rimasto in squadre di livello più alto quali Roma o Inter.

      • Magari l’hanno preso anche sperando, e forse ricevendo rassicurazioni, sul fatto che Spaco Botilia lo avrebbe raddrizzato una volta per tutte. Sappiamo com’è andata a finire…e figurarsi come può continuare adesso che c’è Uolter in panca.

    • Anche perché in quelle squadre, FORSE , faceva panchina a qualche giocatore di prima fascia….. qui a berenguer. Ovvio che la tribuna sarebbe la sua giusta collocazione se lo vuoi fuori dal progetto. In panchina, senza mai farlo entrare per 5 partite (benevento, bologna, mapei….) è solo una miserevole provocazione che al momento lui, gran testa di caxxo, non coglie. Applausi

  13. Senza contare che il sig.ino Baselli in questi anni ha fatto un terzo di quello che ha fatto Liajc e non mi sembra in discussione. Anzi l’anno scorso avra giocato bene 6/7 partite e il suo procuratore è andato subito ha chiedere adeguamento di contratto per poi fare pochissimo quest’anno ( e lasciamo stare quello che ha fatto nel derby per decenza). In questi anni non ho visto un miglioramento fisico (aggiuga era e acciuga rimane) tattico e tecnico sopratutto in fase realizzativa.

    • Mazza “testadighisa ” ha trovato la quadra e quindi deve andare avanti così, i risultati danno ragione indiscutibilmente al mister. Evidente che non lo vede proprio e per me gli sta pure sulle palle.
      A chi dice che è una testa calda ‘a prescindere’, io rispondo che se ne sta tranquillo in panca dopo aver visto cessi di partita di baselli e spippolamenti di berenguer, senza parlare dell’astro nascente Niang.
      Se fosse così testa matta (come me) avrebbe già vomitato sul prato.
      Per tutti gli altri che invece asseriscono che non corre a sufficenza, beh, altra etichetta. Nel derby in casa delle merde, ad esempio, coronato con un gol fantastico, Adem è stato il giocatore ad aver percorso la maggior distanza kilometrica non solo tra i suoi compagni, ma in assoluto: 11,90 m percorsi, mentre al secondo posto si trova, ADDIRITTURA IL MEZZOFONDISTA Zappacosta, con 11,40 km mentre soltanto al terzo posto si trova una giocatore merdoso, cioè Lichsteiner, con 11,30 km. E non è stata la sola volta che ha corso (che nemmeno dovrebbe essere il suo mestiere ma di quei 15-18 piedi di legno che ci sono in rosa).
      Vabbè, è discontinuo. Ciao.

  14. Secondo il mio modestissimo parere è assurdo automartellarsi i coglioni lasciando in panchina a priori l’unico giocatore con un minimo di talento che abbiamo, sarebbe bene sfruttarlo per quel che può dare , se ha solo 15/20 min si fa in modo che la squadra possa metterlo in condizione per farlo rendere al meglio,naturalmente deve esserci la collaborazone sua , dei compagni e del mister se manca una di queste diventa difficile affrontare la partita.

  15. Lo so io cosa sta pensando di fare Mazzarri… Avete presente Allegri cos’ ha fatto con Pjanic? Giocava a ridosso delle punte ed stato arretrato a regista in mediana. Beh! Se non sarà venduto in Russia, Cina o USA, secondo me il Mister di S. Vincenzo ha in mente di proporlo in quella posizione. diventerebbe il centrocampista che il Toro non ha mai avuto, capace di ragionare e non perdere la palla, con visione di gioco, velocità e inserimenti. Ipotizzo un 4-4-2 con De Silvestri, Burdisso/Lyanco, N’ Koulou, Ansaldi; una mediana con Baselli e Ljiaic, a destra esterno Iago e Obi a sinistra (non come esterno puro, ma per fermare chi arriva nella sua zona e ripartire e/o coprire le avanzate di Ljiaic) e due punte davanti. Ma anche un 3-4-3, con N’ Koulou, Burdisso, Lyanco in difesa, Ansaldi, Baselli, Ljiaic, Obi a centrocampo, Niang, Falque e Belotti davanti.

  16. E’ sempre stato uno che scazza e che si scazza, sempre insoddisfatto e a lamentarsi degli altri prima ancora che di se stesso, uno che rompe gli equilibri di una squadra che Uolter sta faticando a ritrovare, lavorando con santa pazienza giorno per giorno. E’ sempre stato ai margini del progetto umano ed ora, ça va sans dire, anche di quello tecnico. Chi lo allena sa perfettamente qual’è il polso della situazione e se lo tengono in panca il motivo c’è, ed io mi fido di loro, anche se tra tutti è quello che forse ha i piedi migliori.

  17. Non ho capito il problema il problema. Se Mazzarri ha trovato la quadra con questi giocatori avanti così. Se un giocatore di classe sta fuori non è che debba essere per forza ceduto.Arrivera’ il suo momento.
    A come la vedo io il salto di qualità lo fai sopratutto con i giocatori in panchina sopratutto se fai lr coppe.

  18. Ljajic non ha mai corso,mai e se la cosa stava bene a Spacobotilia,visto che eravamo gli ultimi per kilometri percorsi,sicuro non sta bene a Mazzarri che ha detto chiaramente che chi non corre sta in panca…quando le verrà voglia,se le verrà,avrà anche lui le sue occasioni,è molto semplice…

  19. mi sembra una montatura giornalistica…..il posto in nazionale è ben saldo, figurati se la serbia lo lascia a casa per qualche panchina nel torino, è stato lui il trascinatore della nazionale nelle qualificazioni, e il ballottaggio con berenger è del tutto inventato visto che sono due giocatori completamente diversi.
    secondo me mazzarri vuole trovargli una collocazione diversa da quella che aveva e sta aspettando il momento giusto

  20. E’ sicuramente il giocatore di maggior qualità che abbiamo, ha colpi importanti, gli assist, le punizioni…
    diciamo così, largheggiando un po’: nelle giornate sì, potrebbe anche garantirti sempre l’1-0…
    solo che in una squadra organizzata, che non si affida solo al talento dei singoli, se non rispetti le consegne, se non fai quei 30 metri all’indietro per coprire, salta tutto il giocattolino e apri le porte agli avversari…
    per cui: 1-1…
    ora, se devo scegliere tra lo 0-0 iniziale senza ljiaic e l’1-1 con ljiaic, privilegio la squadra al singolo e mi tengo tutta la vita lo 0-0…
    se poi lui prova a entrare nei meccanismi e fa quel che deve, contento adem, contento mazzarri e contenti tutti noi…

  21. Dire che “tutti i giocatori di talento sono cosi’ ” è un insulto gratuito ai giocatori di talento. Liaijc è uno spaccone che crede di essere Messi, e se ora sta in panchina le ragioni non possono essere che due: la prima, ha litigato con Mazzarri, (non esiste un allenatore con cui non abbia litigato); la seconda, in allenamento non si impegna come i compagni. Quando gioca è il migliore che abbiamo, ma il posto ogni calciatore se lo deve meritare.Per cui o si comporta come si deve, ed io per primo sarò lieto di vederlo in campo , oppure può marcire in panchina o andarsene in Russia o in Cina. Perché nei club seri, con i mister seri, conta la squadra, non un giocatore. Cristiano Ronaldo, Messi, Baggio. Delpiero, Maldini, Figo, tutti i campioni prima seri professionisti, poi funamboli in campo.

    • Fai esempi di giocatori più unici che rari! Sono molti di più i talenti dalla “testa matta”e dalla poca voglia di lavorare! Maradona e Best ne erano l’esempio lampante ma senza andare tanto lontano mi vengono in mente i Cassano, Balotelli, Adriano, o per restare nel nostro orticello gente come Rosina o come Di Michele…insomma tutti calciatori per i quali in mezzo ad altri 10 “super professionisti” almeno un posto lo troverei sempre! Ma per carità, io ho una visione troppo “romantica” del calcio inteso come gioco e divertimento e faccio fatica a farmi comprendere per chi al giorno d’oggi vede solo un mondo chiuso fatto di professionismo estremo, bilanci e plusvalenze…

      • Fabio, ti sbagli e di grosso. Potrei sommergere il Bianco con i nomi di grandissimi geni del pallone e professionisti esemplari. Citi Maradona e io, così al volo, ti rispondo con Platinì e Gullit, con Van Basten e Rijkaard, con Del Piero, Baggio, Cruijf, Rivera e…
        …e potrei andare avanti per un mese!!!

      • Febius, quel che dici è vero a patto di avere in campo altri 9 calciatori di alto livello (non geni ma gente di valore internazionale). A quel punto forse puoi concederti il lusso di tenere in campo un fenomeno aspettando il momento di grazia. Adem è stato in squadre più attrezzate del Toro (Inter e Roma) e nonostante ciò stava in panchina. Qualcosa vorrà dire.

        • Mimmo, io non sto dicendo che Adem sia un fenomeno a livello internazionale e difatti come dici giustamente tu, quando ha militato in squadre più attrezzate della nostra stava in panchina perché aveva davanti giocatori anche più dotati di lui, sto dicendo che nella nostra squadra, in mezzo a giocatori come De Silvestri, Burdisso, Moretti, Molinaro, Acquah, Rincon, Obi, Belotti tutti superprofessionisti, io un posto ad uno come Ljajic lo troverei sempre! anche se corre poco o litiga con l’allenatore…perché ripeto…in un anno e mezzo 15 goal e 19 assist…non è roba che qui si vede di frequente…

          • Febius intendevo dire altro, prpvo a spiegarmi meglio: per me Adem è un talento assoluto ma la sua discontinuità non può essere “sopportata” da una squadra normale come il Toro. Con i calciatori che abbiamo diventa difficilissimo giocare in 10, cioè quando Adem è in giornata no oppure non si impegna al massimo in fase di non possesso. Che non vuol dire “non correre” ma semplicemente non impegnarsi al massimo. Posso correre 90 minuti di seguito ma se la corsa è fine a se stessa serve a nulla. Avessimo uno squadrone potremmo concederci il lusso di tenere in campo un anarchico.

  22. E’ evidente come dietro ci sia un disegno per spingere il giocatore ad andarsene! Perché parliamoci chiaro, se entro il 31 gennaio si fosse presentata un’italiana medio-alta, una spagnola o un’inglese, di Adem non ne staremmo neanche più parlando ma siccome ora è rimasto solo il mercato russo (quello cinese non lo considero nemmeno più perché hanno smesso di investire) allora il giocatore va convinto a scegliere una destinazione di certo poco gradita e qual è l’unica arma a disposizione? Metterlo ai margini e farlo sentire poco importante! Se lo volevi recuperare, anche solo da un punto di vista psicologico, i 10 minuti finali di domenica con la squadra sul 2-0 li facevi fare a lui e non a Berenguer…! Chiudo facendo notare che i giocatori di talento sono quasi sempre stati così da un punto di vista caratteriale e vanno quindi un pò salvaguardati e ogni tanto magari occorre chiudere un occhio! La qualità nel calcio è fondamentale per ottenere grandi risultati, ora sembra giri tutto bene e possiamo fare a meno di lui ma arriveranno periodi bui…e lì si che lo rimpiangeremo! In un anno e mezzo 56 presenze, 15 goal e 19 assist…ditemi per cortesia chi altro ha questi numeri??!!

    • Che dire su Ljajic…come dici tu è evidente che lo stanno mettendo alle strette, più di così che devono fare, mandarlo in tribuna?
      Secondo me si sta sprecando prima di tutto un buonissimo giocatore e poi un patrimonio economico, di certo chi lo vuole giocherà al ribasso, visto che sia l’allenatore sia la società non vedono l’ora di sbolognarlo.
      Rispetto per le scelte dell’allenatore che finora non sbaglia un colpo ma dové scritto che con Ljajic il gioco e i risultati spariranno.

  23. È incredibile come invece di cedere gli scarsi ( Molinaro De silvestri ) e tenere queĺi forti questa dirigenza tenta di fare esattamente il contrario ! Boh ma se Adem secondo loro non si mpegna e non si applica ed è per questo che vogliono cederlo che dobbiamo dire di Niang che per le prime 10 giornate ci ha fatto giocare in 10 ?

    • Molinaro é una riserva, se Barreca e Ansaldi sono un po’ fragili non è colpa sua.. Des è un buon giocatore, peggio di Bruno P quando attacca ma meglio in difesa, soprattutto di testa. Niang rispetto a Adem è costato di più, è più giovane e c’è speranza che diventi un giocatore di livello, sul serbo io non ho più speranze..

  24. Io mi chiedo ovunque si va si cerca di destabilizzare l’ambiente avversario (basta guardare la politica dove si mettono in giro voci sugli avversari….) tranne che in casa Toro dove un sito dedicato la settimana del derby mette in giro voci su un caso… ma mettete mano ai casi dei gobbi che ce ne sarebbe da parlare per anni… invece no a noi piace martellare i ns c….i. Mah….

  25. Il caso Ljajic senza dubbio esiste perché non è possibile che uno come lui non abbia fatto nemmeno un minuto su cinque partite con Mazzarri.
    Per me la trattativa con lo Spartak è ben avviata, non si spiega diversamente la sua prolungata esclusione.

  26. Non vedo nessun caso se non il “solito” caso Ljajic. Il Toro e Mazzarri (così come prima Miha) sono il nuovo cast ma la trama e il protagonista non cambiano. Non so se a breve se ne andrà in Russia, ne dubito fortemente ma non lo escludo. So che da questa situazione tutti hanno da perdere: il Toro e Mazzarri (che non guarda in faccia nessuno) non possono godere appieno della classe immensa del serbo; Adem rischia per l’ennesima volta di autocastrarsi perdendo il mondiale e rafforzando la sua immagine di incompiuto; Cairo perde la possibilità di farci una mega plusvalenza visto quanto poco lo ha pagato e quanto potrebbe valere un Ljajic capace di mettere a frutto tutto il suo immenso talento. Perché, parliamoci chiaro, cederlo a 10 o anche 20 milioni sarebbe un brodino quando sai che ne potrebbe valere tranquillamente almeno 50 (Zappa 28, per dire). Un Ljajic on panca non conviene.a.nessuno, smetiamola di vederci chissà quale complotto dietro e, appena scendera’ in campo, proviamo ad aiutarlo e spronarlo: sommergiamolo di applausi quando fa bene e seppelliamolo di fischi quando fa male: facciamogli capire che Ljajic vogliamo. E poi scelga lui che fare.