Continua la telenovela di calciomercato per Verissimo, difensore del Santos. La proposta del Lione è migliore ma non basta, ora il Torino riflette

Tra un romanzo di le Carré e un dramma di Shakespeare, l’intrigo tra Santos, Torino e Lucas Verissimo continua. E no, non si è prossimi ad una conclusione. Anche perché, come in ogni racconto spionistico che si rispetti, il Toro non corre da solo. Anzi, il rischio di rimanere tragicamente beffati è ancora vivo. Il pericolo, quello più imminente, arriva dalla Francia: il Lione ha affondato il colpo, mettendo sul piatto 9 milioni per l’80% del cartellino (un restante 10% sarebbe rimasto ancora da trattare con il fondo di agenti che detiene la minoranza della quota) e superando l’offerta da 6,5 del club di Urbano Cairo. Il lumicino della speranza sembrava essersi spento ad inizio settimana, quando appariva vincente la zampata dei transalpini. Ma altro tempo è passato; ed ecco un altro ribaltone. Questa volta era stato il vulcanico presidente del Peixe a riportare tutti con i piedi per terra: “Nessuna offerta ci soddisfa”. E via di nuovo con le danze.

Calciomercato Torino, per Verissimo è tutto fermo

Il Torino continua a sperare, ma al momento non si muove una mosca. Siamo allo stallo. E qui risuonano le sapienti note del maestro Morricone. I discorsi, tra Torino e il Brasile, proseguono. La proposta del Lione non può che mettere in vantaggio i transalpini, ma i contatti approfonditi tra i granata e gli agenti per l’Europa di Verissimo (al quale non dispiacerebbe misurarsi nel campionato italiano) lasciano comunque aperte le porte. I punti critici, però, restano. Su tutti quello delle procure. Tante, troppe, quelle firmate dal calciatore classe ‘95, ma soprattutto misteriose e ingarbugliate.

Torino, serve alzare l’offerta per convincere il Santos a cedere Verissimo

Prima di poter pensare all’intermediario giusto con cui completare l’accordo, però, il Torino ha necessità di alzare la posta in gioco. Se non altro per provare a battere la concorrenza del Lione e tenere lontane le numerose pretendenti (Marsiglia, Roma e Lazio). I 6,5 milioni offerti finora non bastano, questo è pacifico. Il Santos, in crisi di bilancio e di risultati, ha necessità di fare cassa senza svendere uno dei suoi gioielli. Servirebbe uno sforzo in più, dunque. E non è detto che il Toro abbia l’intenzione di farlo. Per questo, ad oggi, per Verissimo è tutto fermo. Viste le premesse, però, è certo che ulteriori sviluppi verranno a galla nelle prossime ore.


26 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Vegeta
Vegeta
3 anni fa

Mi sembra che tutti stiano accelerando… tutti a chiudere acquisti su acquisti e noi fermi al palo…. sto leggendo di questo?

ale_maroon79
ale_maroon79
3 anni fa

Qui non c’è da sperare, c’è solo da mettere una pila di palanche sul piatto. E viste le richieste esagerate che sta facendo il Santos mi pare che si stia solo perdendo tempo.

rotor
rotor
3 anni fa

Possibile che si continui con questa farsa?Siamo semplicemente ridicoli,come se non esistesse nessun altro centrale giovane e valido centrale nell’universo pallonaro,siamo a meta’ giugno e i nostri grandi movimenti sono il rinnovo di Moretti e i saluti a Burdisso,nei prossimi 15 giorni forse si prendera’ una decisione per Molinaro;meno male… Leggi il resto »

Calciomercato Torino, Barreca: Sampdoria lontana, l’Atalanta alla finestra

Moretti, ora è UFFICIALE: rinnovo fino al 2019