Una delle rivelazioni del campionato è seguita sia dai granata, sia dai bianconeri: la proposta è per l’estate, ma l’Atalanta è bottega cara

Alzi la mano chi si aspettava un inizio di stagione così brillante da parte di Mattia Caldara. Che fosse un giovane di buone speranze era fuori di dubbio, l’aveva già fatto intravedere a Cesena, ma che il classe ’94 (187 cm per 75 kg) segnasse già 3 gol in 9 partite, non era proprio cosa preventivabile. Con l’Atalanta, e soprattutto con Gasperini in panchina, Caldara sta vivendo un momento magico, e i margini di miglioramento sono davvero notevoli. Tanto da attirare gli occhi di diverse squadre di Serie A, tra cui due in particolare. C’è la Juventus, da un lato, da sempre molto interessata ai giovani del campionato italiano; c’è il Toro, dall’altro, che ha bisogno di un centrale di piede destro e che starebbe pensando proprio all’atalantino, ma per il prossimo anno.

Difficile, infatti, che l’Atalanta si privi a gennaio di un talentino che sta contribuendo a mantenere l’ottima posizione di classifica degli orobici. È molto più facile andare a trattare a bocce ferme a fine campionato, quando si sarà valutata tutta la stagione e quando, soprattutto, il prezzo potrà essere lievitato ancora. È questa l’intenzione di massima di Percassi, che già adesso potrebbe arrivare a chiedere fino a 5 milioni di euro per la cessione a titolo definitivo del cartellino del giocatore.

CAMPO, 20.03.16, Torino, stadio Olimpico, 30.a giornata di Serie A, TORINO-JUVENTUS, nella foto:
CAMPO, 20.03.16, Torino, stadio Olimpico, 30.a giornata di Serie A, TORINO-JUVENTUS, nella foto:

Juve e Toro, si diceva, sono in derby di mercato: entrambe hanno messo gli occhi sul giocatore, avviando già qualche colloquio informale per capire se la destinazione sarebbe gradita o meno. Anche l’idea di un trasferimento in granata stuzzica parecchio: con Mihajlovic, Caldara potrebbe continuare il suo percorso di maturazione, pur avendo fatto capire che a Bergamo si trova più che bene. Insomma, come per tutte le trattative più intriganti, saranno necessari tempo e soldi. E di entrambi il Toro, come la Juve, dispone. Un piccolo derby anche fuori dal campo, che è già un segnale di un’asticella sempre più alzata da parte del club granata, al quale la parola “Europa”, ora, non fa più paura.


54 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
RDS TM
RDS TM
5 anni fa

Caldara a 5 mi pare ‘na strunzata, punto!

Ale67
Ale67
5 anni fa

X Caldara ne servono 15, altro che 5.
Da prendere di corsa, adesso. Chiaro che resterà all’Atalanta fino a Giugno, ma questo tra 2-3 anni varrà almeno il doppio.

Giorgia2004
Giorgia2004
5 anni fa

Scherzi a parte secondo Voi quanti giocatori servirebbero per avere una rosa da EL? O meglio quanti giocatori tra quelli che abbiamo sono all’altezza di affrontare una stagione con il doppio impegno, senza metterci a rischio di imbarcate soprattutto sul fronte Campionato . RICORDIAMOCI che abbiamo affrontato lo Zenit con… Leggi il resto »

Plasticone69
Plasticone69
5 anni fa
Reply to  Giorgia2004

Almeno 4 riserve di primo livello, cioè quasi titolari.

Dall’Inghilterra: United pronto a pagare i 100 milioni per Belotti

Ichazo non convince il Bari: ora il Toro cerca una nuova squadra al portiere