Mihajlovic valuta i prodotti del vivaio: certa la partenza dell’ex Perugia, il terzino è bloccato dagli infortunati. L’esterno, corteggiato da Longo, spera di restare

I giovani del Torino sono sotto esame. L’ha detto chiaramente Sinisa Mihajlovic, che ha tratto le sue valutazioni dai due ritiri, bormiese e austriaco, in preparazione alla prossima stagione. E se Alfred Gomis merita un capitolo a sé, riguardante la questione portieri, diversamente il tecnico si è comportato con Antonio Barreca, Vittorio Parigini e Mattia Aramu: tutti sotto la lente di ingrandimento, tutti col futuro in bilico, ma con qualche importante differenza.

PARIGINI AI SALUTI: PRONTO IL PRESTITO. Il primo giocatore che lascerà il Toro è con ogni probabilità l’ex Perugia. Non perché bocciato, ma perché, attualmente, i granata pensano di avere giocatori più pronti. Gli spazi sarebbero davvero troppo ridotti per il classe ’96, che ha talento ma bisogno di giocare. Questa volta, però, non lo accoglierà la Serie B, ma sarà la Serie A, con grandissime probabilità: Cairo vuole una cessione in prestito (che Parigini preferirebbe appunto non essere in cadetteria), e interessate ci sono sia il Chievo, sia il Pescara, sia, sullo sfondo, il Crotone. Il Sassuolo, da sempre sul giocatore, vorrebbe l’acqusito a titolo definitivo: ipotesi che il Toro non vuole considerare, se non per cifre davvero fuori mercato. La situazione può sbloccarsi già prima di Ferragosto.

ARAMU: LONGO INSISTE, MA ASPETTA IL TORO. L’esterno, impiegato di recente anche come mezzala o addirittura come regista (ma in questo caso più per carenza in organico), difficilmente avrà spazio nel Toro. I granata glielo hanno comunicato, pur avendone apprezzato in maniera davvero sincera l’applicazione e l’impegno: Mihajlovic preferirebbe vederlo in campo con una certa frequenza, e in B la Pro Vercelli, che ha appena acquistato Ebagua, farebbe carte false per averlo. Sarebbe un titolare fisso, ma certamente non giocherebbe per palcoscenici di livello, o quanto meno di alta Serie B. Lui ci pensa, vuole essere del tutto convinto che con il Toro non si farà nulla, e che dalla Serie A non spunti una interessata. Le probabilità di permanenza sono basse.

BARRECA PER ORA A TORINO: LA PENURIA DI TERZINI FRENA IL MERCATO. Il terzo dei giovani, il laterale mancino classe ’95, attualmente ha più possibilità di restare in granata. Almeno fino alla fine di agosto, quando, a ridosso dalla chiusura del mercato, si sarà capito di più e meglio il futuro di Danilo Avelar. Se il brasiliano sarà in procinto di rientrare, allora il giocatore verrà prestato; altrimenti, resterà e si giocherà con Molinaro le sue carte. Questa è la linea del Torino, che però non sembra del tutto collimare con quella di Mihajlovic. “Abbiamo un problema con i terzini” ha detto due giorni fa il tecnico, senza nemmeno citare l’ex Cagliari. Difficile, a ogni modo, prevedere una sua partenza a breve. Ma l’attenzione resta alta.

TAG:
longo parigini

ultimo aggiornamento: 08-08-2016


21 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cicito40
Cicito40(@cicito40)
5 anni fa

mi pare che nella riforma non sia fatta distinzione di età per i prodotti del vivaio e comunque Barreca e Parigini rientrerebbero nella lista come under 21 (illimitati)

lucerina69
lucerina69(@lucerina69)
5 anni fa

Parigini,barreca nn fanno parte della lista x quest anno avendo meno di 21 anni..ipotizzando la conferma di tt e 4 la lista sarebbe comunque si 23 xche parigini e barreca nn ne fanno parte avendo meno di 21 anni..cosi mi pare.

lucerina69
lucerina69(@lucerina69)
5 anni fa

Parigini,barreca nn fanno parte della lista x quest anno avendo meno di 21 anni..

Pescara, due ingressi dal Toro: oltre a Bovo, c’è anche Silva

Borriello alle visite mediche per il Cagliari. Napoli su Criscito