Torino, attento: su Baselli gli occhi del mercato

di Valentino Della Casa - 20 Marzo 2017

Al centrocampista serviva continuità, sta crescendo ma ora deve confermarsi. In Torino-Inter Baselli è stato protagonista, e la Roma si fa sentire

È sempre stato un talento, Daniele Baselli. Nessuno l’ha mai messo in dubbio. Nemmeno Sinisa Mihajlovic, che in passato aveva anche duramente criticato il suo centrocampista, reo, secondo l’allenatore del Torino, di mettere in campo troppo pochi attributi. Insomma: tecnica sì, grinta ; era il giudizio del tecnico, non apparso così poco centrato. Anzi, lo stesso Baselli lo aveva ammesso: perché sapeva che anche sul calciomercato poteva essere un giocatore più che appetibile, ma aveva bisogno di crescere sotto l’aspetto della determinazione e della continuità. Ci ha lavorato, tanto, e ora i frutti si vedono. In Torino-Inter, il centrocampista è stato tra i migliori, e non solo per la rete segnata. Con quella, ha superato il suo personale record di gol segnati in Serie A. Ma c’è ben altro dietro questa partita.

C’è, per esempio, quel Pescara-Torino dello scorso settembre, quando il centrocampista litigò con Mihajlovic, che non minimizzò il fatto ma anzi spiegò tutti i motivi del battibecco. C’è un periodo che lo ha visto poco protagonista e spesso gregario, in tandem con Obi, in un centrocampo giudicato troppo fisico per reggere il 4-3-3. Ma poi ci sono anche le giocate, quelle belle, come quelle di sabato scorso: quelle che aiutano i compagni ad andare a rete, con palloni preziosi o movimenti intelligenti, per un Torino che sa giocare d’attacco ma che deve imparare meglio a difendere. Proprio come Baselli stesso, che però non ha mollato, e anzi si è messo d’impegno per migliorare.

E ora piace, Baselli, a tante squadre. Anche a quelle che concorrono per arrivare in Champions. A gennaio fu uno degli obiettivi di mercato della Roma; e proprio i giallorossi non hanno smesso di seguire il classe ’92. Cosa vuole fare il Toro? Blindarlo, ora, è un’ipotesi poco considerata: il contratto è lungo e non verrà adeguato. Non, almeno, in questa stagione. Magari se ne parlerà per la prossima, ammesso che resti; aggiungendo una clausola come per Belotti. Baselli, ora, pensa al campo; poi, si vedrà. Ma se dovesse crescere ancora, il Torino dovrà lavorare per non farlo partire. E, magari, per costruire il futuro anche attorno a lui.

più nuovi più vecchi
Notificami
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Cioè….baselli….quello che…fino a sabato alle 18…..era quello…rammillito,gracile e senza palle e spina d’orsale,fa una buonissima partita….UNA…dopo non so quante…e adesso sarebbe da tenere??????ma se gliene avete detto di tutti i colori ??vi rendete conto di quello che scrivete?io mi rendo…purtroppo…conto di quel che leggo…si passa dalla merda alla cioccolata in… Leggi il resto »

Joel19
Utente
Joel19

Qualcuno ha ancora dubbi sulle reali intenzioni del nostro “beneamato”…??
Venduti i top player della squadra e sostituiti con mezze pippe…..
Mercato di riparazione (ultima chance) completamente ignorato nonostante le evidenti lacune dell’organico…..
E questo si chiamerebbe processo di crescità…??
Ma mi faccia il piacere….!!!

ug69
Utente
ug69

#CAIROVATTENE