Spadafora sulle polemiche di complotto contro la Serie A

Spadafora: “Complotto contro la Serie A? Ridicolo”

di Giulia Abbate - 28 Aprile 2020

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: “Se riprendono gli allenamenti ci predisponiamo alla ripartenza del campionato ma lo sapremo più avanti”

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora è tornato a parlare per chiarire i dubbi e rispondere alle polemiche nate soprattutto dal via libera agli sport individuali con bella pace del calcio che, per il momento, resta ancora a guardare in attesa della ripresa degli allenamenti: “Mi sembra assurdo chiedere il perché si sia partiti dagli sport individuali, è evidente anche a chi fa finta di non capirlo che gli sport individuali impegnano meno persone e richiedono meno esigenze organizzative. Il Calcio? Occorre fare un ragionamento senza pregiudizi e condizionamenti. Abbiamo visto sondaggi in cui gli italiani preferirebbero che il campionato terminasse qui. Io non sono mai stato uno che si fa condizionare dai sondaggi e dal sentimento comune”.

Spadafora: “Dobbiamo perfezionare il protocollo”

E sulla possibilità di riprendere il campionato torna a ribadire: “Sarebbe molto più facile dire subito: ‘Chiudiamo il campionato’, la comunità scientifica lo auspicherebbe. Sono consapevole invece che il calcio sia un elemento importante a livello sociale ed economico. E’ un dato di fatto. Vi ricordate cos’è accaduto quando la Lega Serie A non ha voluto fermarsi? Vi ricordate quante squadre sono andate in quarantena? 

Se riusciremo a perfezionare il protocollo, gli allenamenti riprenderanno il 18 maggio. Questo non significa necessariamente che riprenda il campionato. Secondo la FIGC dovrebbe ripartire a metà giugno, oggi siamo a fine aprile, è un tempo lunghissimo. Se riprendono gli allenamenti, ci predisponiamo alla ripresa del campionato, ma lo sapremo più avanti“.

Il ministro dello Sport: “Complotto? Affermazioni ridicole”

Infine, commenta così l’idea di un complotto ai danni della Serie A: “Dobbiamo parlare del protocollo, è molto costoso. Riusciranno la serie B, C e D a mantenerlo? Non è vero che non c’è coerenza tra le mie parole e quelle di Conte. Le affermazioni di un complotto contro la Serie A sono ridicole, invito ad astenersi nel fare pressione sul governo e la politica anche grazie a certa stampa. Mi muoverò sempre nel rispetto delle regole, consapevole che lo sport è da salvare”.