Serie A, le date della ripresa a giugno del campionato 2019/2020

Serie A, con gli allenamenti dal 18 maggio slitta la ripresa: ecco le possibili date

di Veronica Guariso - 27 Aprile 2020

La serie A potrebbe ricominciare più tardi del previsto: mercoledì 10 giugno potrebbe essere il giorno dei recuperi, poi partite ogni tre giorni

Arriva un’altra tegola per la Serie A. Il 4 maggio è la data d’inizio della fase 2, che prevede l’allentamento di alcune restrizioni. Il calcio è però esentato da tutto ciò. Quella data avrebbe dovuto essere la stessa dell’inizio della ripresa, con un ritorno agli allenamenti congiunti nel rispetto delle norme di sicurezza. Le varie squadre di calcio potranno invece riprendere gli allenamenti solamente a partire dal 18 maggio: questo porterà a un inevitabile slittamento anche della ripresa del campionato, che molti presidenti speravano potesse ricominciare tra la fine di maggio e l’inizio di giugno.

Serie A, le nuove date della ripresa

Secondo La Gazzetta dello Sport, slitterebbe tutto di almeno una settimana. Prima della conferenza di Conte sulla nuova fase, le date previste erano quelle 6-7 giugno. L’ipotesi attuale prevede un ritorno in campo mercoledì 10 giugno, con i recuperi delle varie partite rinviate prima dello stop definitivo (tra cui Torino-Parma) e una ripresa vera e propria del campionato a partire dal weekend del 13-14 giugno. Le varie squadre saranno chiamate a un vero e proprio tour de force con partite ogni tre giorni per finire entro il 2 agosto (data in cui è stata prorogata la fine della stagione 2019/2020). Le squadre impegnate in Europa e in Champions League dovranno poi continuare a giocare per terminare le coppe.

Andreas Cornelius e Armando Izzo in Parma-Torino 3-2

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
radice10
radice10
7 mesi fa

Immagino per ovvi motivi, che lei auspichi di poter retrocedere, al di là di questa mia considerazione può spiegare il perché rosa corta?, al limite parlerei di poca qualità ok ma non corta, il regolamento prevede una rosa di massimo 25 calciatori e il Torino rientra ampiamente in questa regola

paolo 67 (tabela)
paolo 67 (tabela)
7 mesi fa

Con i turni infrasettimanali noi retrocediamo, rosa corta, con giocatori “pesanti”, che impiegano più tempo ad entrare in condizione, più i vecchi problemi che il virus di sicuro nn ha cancellato, la B è quasi certa.