Mancini, videochat con gli Azzurri: ci sono anche Sirigu, Belotti e Izzo - Toro.it

Mancini, videochat con gli Azzurri: ci sono anche Sirigu, Belotti e Izzo

di Andrea Piva - 26 Aprile 2020

Il ct Roberto Mancini ha organizzato delle videochat con tutti i giocatori nel giro della Nazionale: tra questi anche i granata Belotti, Sirigu e Izzo

In queste settimane Roberto Mancini avrebbe dovuto sciogliere gli eventuali ultimi dubbi riguardo ai 23 calciatori da convocare per l’Europeo. Avrà invece ancora un anno di tempo per scegliere gli Azzurri che saranno protagonista nella manifestazione continentale. Nel frattempo, però, il ct sta cercando di mantenere unito il gruppo e per questo ha organizzato alcune videochat con tutti i giocatori nel giro della Nazionale: tra questi ci sono anche i granata Salvatore Sirigu, Andrea Belotti e Armando Izzo.

Mancini: “Ci siamo divisi per ruolo ma Izzo è finito con i centrocampisti”

Mancini ha organizzato le videochat dividendo i giocatori per reparti: è così che Sirigu è stato in collegamento con gli altri portieri, Belotti con gli altri attaccanti e Izzo con… i centrocampisti. Non ha cambiato ruolo il numero 5 del Torino, si è tratto solamente di un piccolo errore che lo stesso ct ha raccontato in una diretta Instagram con La Gazzetta dello Sport. “Mi sento spesso con il mio staff e con i giocatori abbiamo organizzato delle videochat. Non è semplice per un calciatore mantenersi in forma non potendo uscire di casa, per questo ho voluto vederli. E anche loro sono stati contenti di vedere i propri compagni di Nazionale: ci siamo divisi per ruolo, più o meno. Poi Izzo è finito con i centrocampisti, ma vabbé…” ha spiegato il ct.

Nazionale: Izzo ha la fiducia di Mancini

Nonostante sia capitato nella videochat di gruppo sbagliata, la chiamata di Mancini per Izzo è un segnale molto importante: il difensore (che ha messo all’asta per beneficenza la maglia dell’esordio in Nazionale) finora è stato autore di una stagione altalenante e il rendimento non è stato sempre sufficiente. Nonostante questo il ct continua ad avere un’alta considerazione di lui: ora il centrale ha un anno di tempo per non perdere il treno che porta all’Europeo.

Armando Izzo, Torino
Armando Izzo, Torino