Coppitelli: “Testiamo chi ha giocato meno, anche agli ottavi con questa politica”

di Andrea Flora - 15 Marzo 2019

Coppitelli commenta il passaggio agli ottavi di finale della Viareggio Cup nonostante la sconfitta contro l’Athletico Paranaense

Federico Coppitelli ha parlato al termine della sconfitta contro l’Athletico Paranaense che ha comunque permesso al suo Torino di qualificarsi agli ottavi di finale della Viareggio Cup (domani il nome dell’avversaria) grazie al fatto che sia la migliore seconda insieme all’Inter e al Brugge: “Sapevamo di essere come minimo secondi nel girone, e questo probabilmente ci ha condizioanti un po’ visto che a noi interessava relativamente terminare il gruppo come primi o come secondi. Detto ciò oggi siamo stati coerenti nelle nostre scelte, schierando ancora una volta giocatori che tra campionato e coppa Italia avevano giocato di meno, nonostante il livello dell’Athletico Paranaense fosse di gran lunga superiore a quello del Rieti e della Dinamo Tbilisi, con tutto il rispetto per queste due formazioni”.

Coppitelli porta il Toro agli ottavi di finale nonostante le molte assenze

Il Torino accede agli ottavi di finale nonostante avesse molte defezioni, importanti, come Millico, Kone o Ferigra. Non si è comunque snaturato ed è stato a lungo avanti contro una formazione più informa e fisica come quella brasiliana dell’Athletico Paranaense:“Penso che complessivamente i ragazzi abbiano giocato una buona partita, questo è stato un buon test per loro. È chiaro, avere degli assenti importanti come Ferigra, Kone, Adopo, Rauti, Ambrogio e Millico può condizionare la manovra di gioco, specie se ci troviamo di fronte un avversario dotato di grande tecnica come i brasiliani, ma va bene così”.

Coppitelli, martedì gli ottavi di finale

Questa sconfitta, per quanto pesante per l’orgoglio dei ragazzi, non ha condizionato il passaggio del turno (si giocherà martedì 19 marzo) del Torino di Federico Coppitelli. E’ stato però un campanello d’allarme che deve tenere il gruppo sugli attenti, dalla prossima sono tutte ad eliminazione diretta, non ci sono bonus per i granata: “Noi agli ottavi vogliamo continuare con questa nostra politica, provando nuovamente a testare l’impatto dei giocatori contro avversari sempre più forti: non ci dobbiamo meravigliare se avremo delle difficoltà, ma è giusto mettere questi ragazzi alla prova”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Pedric
Utente
Pedric

Concordo mister. A titolo personale aggiungo che abbiamo obiettivi più importanti rispetto a quello che è diventato un torneo dei bar che altri ormai disertano sistematicamente.