Coppitelli dopo Juve-Toro, derby Primavera: "Non basta il cuore"

Coppitelli dopo il derby Primavera: “Solo il cuore non basta”

di Redazione - 27 Febbraio 2017

Le parole del tecnico della Primavera Federico Coppitelli, dopo il derby Juve-Toro

Così Federico Coppitelli, il tecnico della Primavera del Toro, commenta la sconfitta nel derby: “Il primo tempo è stato equilibrato, dopo il gol abbiamo dato tutto ma abbiamo fatto tanti errori e messo poca testa. Se non ti costruisci determinate situazioni riesce difficile, credo che nel secondo tempo ci sia stato meno equilibrio e troppi errori. La Juve è una squadra forte e lo ha dimostrato”.

“Ero contento del primo tempo, loro avevano il controllo della palla ma noi degli spazi, ed eravamo pericolosi. Sentivo che la squadra era in partita, poi una volta andati in svantaggio abbiamo provato a riprenderla di cuore, questo non posso rimproverarlo, ma solo il cuore non basta, si fa fatica non andando a cercare di costruire come fatto nel primo tempo”.

“A noi è mancata un po’ di maturità, come altre volte nei discorsi diretti. In difesa abbiamo trovato equilibrio, davanti invece non riusciamo ad essere pericolosi. Qualche ragazzo non è ancora nei meccanismi ma al di là di tutto potevamo essere più incisivi”.

“Ci sono due posti per la final-eight, una sarà la Juve, e tre per i playoff. C’è equilibrio in classifica, Chievo, Sassuolo. Toro, Udinese ed Empoli sono vicine, nel giro di pochi punti. Vero che noi siamo dietro adesso, ma abbiamo già incontrato le prime due in classifica e dopo il Sassuolo la prossima settimana avremo incontrato tutte le prime. Non sono preoccupato”.

“Questo è un campionato equilibrato, è facile perdere punti, lo abbiamo fatto noi e lo hanno fatto le altre”.

12 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
pidrot
pidrot
3 anni fa

Oggi ero allo stadio, tecnicamente è fisicamente non c’era paragone …. i gobbi nettamente superiori
Grazie Cairo, ora vattene!!

claudio sala
claudio sala
3 anni fa
Reply to  pidrot

Concordo, d’altra parte la qualità del materiale umano su cui costruire è importante.

Roberto (RDS 63)
RDS 1963
3 anni fa

Ma se Cairo non investe nella prima squadra cosa pensate che investe nel settore giovanile? Grasso che cola se ci siamo ritrovati due volte in finale.

abc1960
abc1960
3 anni fa

Comunque io rimpiango longo