Le dichiarazioni di Marcello Cottafava al termine del match tra Torino e Milan Primavera, vinto 2-0 dai suoi

Il Torino porta a casa la prima vittoria stagionale contro il Milan di Giunti. Un 2-0 prezioso, che risolleva la classifica dei granata. Cottafava a Torino Channel ha commentato così la prestazione dei suoi: “Una bella vittoria, anche perchè per noi è cominciato un nuovo campioanto dopo le prime tre partite. Un po’ perchè c’è stato finalmente tanto tempo o il tempo giusto per poter lavorare e organizzare la squadra sia a livello fisico che a livello tattico e poi perchè ci sono stati gli inserimenti di alcuni nuovi giocatori. Questo nuovo inizio è cominciato bene. Oggi è stata una bella partita come quella di Milano, soprattutto dal punto di vista tattico e dell’applicazione della consocenza di quello che dovevamo fare. I ragazzi sono stati encomiabili.”

Cottafava: “Appena il Milan è calato, sono emerse le nostre qualità”

Sul cambio di passo tra primo e secondo tempo: “Nel primo tempo avevamo di fronte una squadra fortissima, con grandissime qualità tecniche, con dei giocatori importanti. Un po’ l’avevamo preparata per lasciarli giocare e ripartire. Un po’ sono stati bravi loro a non permetterci in qualche situazione, soprattutto ad inizio partita, di nons viluppare qualche azione. Forse ancora un po’ di tensione. Alcuni ragazzi stanno esordendo in Primavera e sono alla prima o seconda partita. Mi vengono in mente Foschi e Todisco, quindi ci può stare. Appena il Milan è calato fisicamente e gli spazi sono aumentati con la pressione che è diminuita, allora sono uscite le nostre qualità e le nostre giocate. Sono stati bravi perchè in più occasioni potevamo far male, alcune le abbiamo sprecate per imprecisioni, ma in una partita così dispendiosa ci può stare, e in altre siamo invece stati bravi e siamo andati alla conclusione e al gol con Vianni.“.

Sulle partite ravvicinate: “Questo tour de force con i turni infrasettimanali per recuperare le partite perse è bello tosto. É anche qualcosa di nuovo per noi, perchè le infrasettimanali possono capitare una volta ogni tanto in settimana e poi dopo per mesi non ricapitano. Adesos dopo Roma avremo una settimana ma poi cene saranno altre quindi anche noi siamo curiosi di veder ecome rispondono i ragazzi. Fortunatamente ho una rosa ampia, che mi permette di cambiare anche in partita. Come a Milano anche oggi chi è entrato è stato determinante e questo mi fa felice e sperare di farci trvare pronti anche nelle prossime partite.“.

Cottafava: “Siamo stati a soffrire e poi uscire con delle belle giocate”

Ai nostri microfoni invece, il tecnico continua così: “Questa vittoria pesa il giusto perchè è stata una bella partita. Sappiamo però che il percorso è lungo. Per noi comincia un nuovo campionato. Ci sono giocatori nuovi che si stanno inserendo. Abbiamo avuto purtroppo per la situazione generale ma per fortuna, tempo pr lavorare. A livello morale è una vittoria che dà tanto, sia a noi come staff tecnico che ai ragazzi per il futuro. Abbiamo fatto però un piccolo passo ed il campioanto è ancora lungo. Il cambio di passo nel secondo tempo? Di fronte avevamo una squadra fortissima, dotata di tecnica in tutti i suoi elementi, che arrivava da una vittoria importante con la Lazio e che ha gicoatori che sono nella rosa della Prima squadra del Milan. Nel primo tempo loro sono stati molto bravi a tenere palla e noi ci siamo sacrificati invece nella fase difensiva. Quando cala la pressione anche fisica e gli spazi aumentano, noi siamo stati a soffrire e poi uscire noi con delle belle giocate. Siamo riusciti a rendrci pericolosi, ad arrivare al fondo dell’azione e all’ultimo il gol di Vianni. I ragazzi sono stati bravi a soffrire e a creare siruazioni pericolose qunado la pressione è calata.“.

Su Karamoko: “Lui come tanti altri sta facendo bene. Li ha conditi con praticamente due gol, contando anche quello di Milano, dove è stata determinante la sua presenza. Sono contento. É un fuori quota dalle grandi caratteristiche sia fisiche che tecniche e sta crescendo. Come tutti i giovani deve avere il tempo per crescere. Gi auguro presto di poter andare a giocare assieme ai grandi e di dimostrare il suo valore. Il possesso palla al Milan? In parte voluto perchè abbiamo visto che andando a prenderli molto alti, loro avevano molte soluzioni e ci avrebbero mesis in difficoltà. Un po’ siamo stati costretti perchè tecnicamente hanno perso pochissimi palloni. Hanno giocatori importanti sia a centrocampo che davanti, c’è anche l’avversaria in campo. Siamo stati bravi a soffrire, e poi dopo abbiamo trovato i nostri spazi e abbiamo fatto il secondo tempo con più possesso e tenendo meglio la palla. É un cinquanta e cinquanta.“.

Marcello Cottafava
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-01-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rizzoli
rizzoli (@rizzoli)
10 mesi fa

ma magari prima di postare l’articolo, rileggerlo per togliere un po’ di refusi ed errori non sarebbe male.

rokko110768
rokko110768 (@rokko110768)
10 mesi fa

La sensazione è che Karamoko possa fare già il salto in prima squadra. Chiaramente è un momento difficile ma è anche il momento dove coraggio e tenacia possono pagare e far fare un salto di qualità al giocatore ed alla prima squadra stessa. Tradotto: mi piacerebbe molto che Nicola avesse… Leggi il resto »

Primavera, le pagelle di Torino-Milan: Greco padrone della fascia, Sava para tutto

Primavera, Roma-Torino 4-0: il tabellino