Primavera, c’è il Pescara: Coppitelli si confronta con… Sullo

0
D'Alena Primavera Torneo di Viareggio Cup
CAMPO, 4.1.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, amichevole, TORINO-MONZA, nella foto: Antonio D'Alena

Domani il 18° turno del Campionato Primavera: occasione per un nuovo salto avanti, e il tecnico granata parla con il vice di Ventura in Nazionale

Il Torino di Federico Coppitelli ci prova. Vuole i tre punti, per dare continuità alla vittoria, importantissima, di sabato scorso contro l’Ascoli e per tentare l’aggancio al Chievo Verona, fermo a quota 37 punti dopo la sconfitta nel derby. Ci prova, il Torino Primavera, e dovrà affrontare un Pescara agguerrito, insoddisfatto dei 19 punti finora portati a casa e arrabbiato per la sconfitta maturata la scorsa settimana per 3-2 contro l’Empoli. Non sarà una gara facile per De Luca (fresco di rinnovo) e compagni, che però andranno in Abruzzo consci del fatto che i tre punti non son un miraggio: anzi, vincendo i granata potrebbero fare un ulteriore salto avanti in classifica, ritrovando quella seconda posizione che è l’obiettivo minimo per evitare la roulette dei playoff per accedere alla Final Eight.

Bava, Sullo e Coppitelli alla partita Torino-Pescara
Bava, Sullo e Coppitelli alla partita Torino-Pescara

Difficile, infatti, “fare affidamento” sulla Juventus di Grosso e su un suo passo falso: la sconfitta di settimana scorsa per 4-2 contro il Sassuolo è sembrato un incidente di percorso, e di fronte ai bianconeri ci sarà domani il fanalino di coda Avellino, che ha subito la bellezza di 61 reti fino a ora. I veronesi, invece, andranno a Benevento (20 punti), mentre il Sassuolo, che dista due lunghezze dal Torino Primavera, affronterà l’Ascoli. All’andata, finì 2-0 per il Toro: segnarono proprio De Luca e Gjuci. Ora, molte cose sono cambiate e il Torino vuole dare dimostrazione di maturità. Anche studiando da chi è più esperto.

È proprio quanto capitato in settimana: già domenica, infatti, Coppitelli e Bava, responsabile del settore giovanile, hanno avuto modo di parlare con Sasà Sullo, venuto ad assistere alla sfida della squadra di Mihajlovic contro il Pescara. Scambio di battute e presentazioni, e un appuntamento al giorno successivo, per parlare della crescita della Primavera e dei possibili prospetti da inserire in un futuro stage della Nazionale di Ventura. Un modo per confrontarsi e per continuare a crescere. Che è poi l’obiettivo più importante di qualsiasi Primavera.