Squadra rivoluzionata, Coppitelli vuole che la sua Primavera vinca dopo la beffa di Torino-Chievo. All’andata, le Bianche Casacche fecero faticare i granata

Non va proprio giù l’1-0 che il Chievo Verona ha inferto al Torino Primavera di Federico Coppitelli una settimana fa. In uno scontro molto combattuto, per di più giocato tra le mura amiche, i piccoli granata sono usciti sconfitti dagli avversari allora a pari punti in classifica, che ora stazionano in solitaria al secondo posto, l’ultimo per poter accedere direttamente alla fase Final Eight, che decreterà il vincitore del Campionato Primavera 2016/2017. Non va giù, perché il Toro ha dato battaglia, ma non è bastato. E ora si ritrova a inseguire.

Lo farà a partire da domani, anzi, quando alle 14.30 verrà ospitato a Vercelli dalla Pro che all’andata fece particolarmente penare i granata. Allora, sul campo di Ivrea (il “don Mosso” era inagibile), il Toro non andò oltre il pari con la squadra di Vito Greco: dopo essere passati in vantaggio con Rossetti, i granata si fecero recuperare a causa di marchiani errori difensive. Anzi, superare: fu poi De Luca a riportare il risultato finale in parità. Allora, la squadra si stava plasmando.

Ora, invece, si conosce meglio. Ed è anzi profondamente cambiata. All’andata, per esempio, giocò (nemmeno troppo bene), Osei, ora passato proprio alla Pro Vercelli, ma prima squadra; adesso, invece, ci sarà l’ex Pescara Mele in mezzo al campo, e in avanti Coppitelli potrebbe essere già tentato di schierare dal primo minuto Reno Piscopo, che come anticipato era stato seguito sottotraccia da Bava, per poi essere però ufficializzato solo nell’ultimo giorno di mercato. L’attaccante esterno ex Inter, nazionalità australiana, potrebbe garantire quell’imprevedibilità in più che a volte alla squadra di Coppitelli era mancata: l’allenatore sta facendo le sue valutazioni, anche perché l’intenzione è quella di tornare a casa con tre punti che sarebbero fondamentali per la rincorsa alla vetta. Anche perché Juventus e Chievo saranno impegnati contro Cittadella e Bari: non propriamente degli scontri proibitivi. Il Toro vuole restare in scia, per poi mettere il prima possibile la freccia di sorpasso. La Juve, impegnata oggi nell’anticipo col Cittadella, ha vinto portandosi a più nove. Contro la Pro, sarà vietato fallire.


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
puliciclone
puliciclone
5 anni fa

Forza Torelli…ho visto la partita contro il chievo ed hanno avuto più culo che anima.
F.V.C.G.

Toro: Buongiorno convocato in Nazionale Under 18

Campionato Primavera: le prime vincono tutte tranne il Toro