Wilfried Singo, l'evoluzione nel Torino Primavera: Sesia gli cambia ruolo

L’evoluzione di Singo: da centrale a esterno, Sesia ha un giocatore duttile

di Francesco Vittonetto - 23 Ottobre 2019

Wilfried Singo è tornato a giocare da centrale col Cagliari dopo un avvio di campionato da esterno nel 3-5-2. Per il Torino Primavera è insostituibile

Nell’ultima gara di campionato, contro il Cagliari, Wilfried Singo è tornato per necessità, vista l’assenza di Buongiorno, al centro della difesa. Lì dove aveva iniziato a giocare una volta atterrato nell’universo granata. Nel Torino Primavera versione 2018/2019, Coppitelli lo sfruttò subito come valida soluzione in mezzo a far coppia con Ferigra. Poi, iniziò un progressivo spostamento verso destra. La prima volta fu il 12 aprile nella finale d’andata di Coppa Italia contro la Fiorentina – nella quale, tra l’altro, causò un calcio di rigore -, poi da lì non si mosse fino alla semifinale infinita contro l’Atalanta che sancì l’eliminazione dei Torelli dalla fase finale.

Singo: Sesia lo trasforma in esterno

E adesso? Sesia ha messo in atto una nuova trasformazione. Da terzino di una difesa a quattro Singo si è riscoperto esterno destro di un centrocampo folto. Il ‘quinto’, nel gergo di chi di consueto adotta la difesa a tre come modulo base.

Prima dell’impegno contro i rossoblu, nel quale come detto è tornato a fare il centrale non senza incorrere in qualche difficoltà, l’ivoriano cresciuto nel Denguélé d’Odienné ha disputato le altre quattro partite in quel ruolo. Interpretandolo in modo da esaltare le sue caratteristiche: ovvero accento sul piano fisico e tanta corsa. Ma anche molti cross e un assist, quello per Rauti nella sfida contro la Roma.

Arma in più per la Primavera. E Mazzarri…

Insomma, è un Singo-tuttofare, che deve ancora smussare le sue debolezze (qualche imprecisione tecnica, l’eccessiva irruenza,…) ma sul quale il Torino può puntare per il futuro. Tanto che di lui si è accorto anche Mazzarri: nella parentesi di Europa League, è sceso in campo per ben tre volte tra Debrecen e Shakhtyor. Una bella dimostrazione di fiducia.

più nuovi più vecchi
Notificami
rotor
Utente
rotor

Ma invece di parlare dell’evoluzione in negativo della Primavera che ha imboccato la strada della retrocessione, parlate di questo argomento di assai scarso interesse ?

Ultrà
Utente
Ultrà

tra Singo e Kouadio non mettere BuonGiorno