Primavera, senza Millico ma con l’Atalanta nel mirino: Belkheir l’alternativa di Coppitelli

di Francesco Vittonetto - 27 Febbraio 2019

Senza Millico e con un secondo posto da riconquistare, Coppitelli e il Torino Primavera si preparano alla sfida contro l’Empoli. Belkheir può essere la chiave

Non è iniziata proprio nel migliore dei modi, la settimana del Torino Primavera di Federico Coppitelli. Prima il pareggio contro il Milan al Filadelfia che ha vanificato le speranze di aggancio all’Atalanta, costringendo i granata a chiudere la 20^ giornata al terzo posto (complice la vittoria della Fiorentina). Poi gli esiti dell’esame strumentale a cui si è sottoposto Vincenzo Millico, dopo l’infortunio muscolare patito contro i rossoneri, che hanno evidenziato una lesione al bicipite femorale. Per lui niente semifinale di ritorno in Coppa Italia contro l’Atalanta e, con ogni probabilità, pure niente Viareggio. Prima di tutto, però, niente trasferta ad Empoli, prossimo avversario dei granata (calcio d’inizio alle 14.30 di sabato 2 marzo).

Torino Primavera, a Empoli senza Millico: ma serve vincere

Contro i toscani, undicesimi in classifica, il Torino avrà come primario obiettivo quello di non perdere ulteriore terreno dalla vetta. Con un piccolo vantaggio: conoscere in anticipo il risultato dell’Atalanta capolista, di scena sull’ostico campo della Roma dopo la sconfitta casalinga contro il Cagliari. Di mezzo, però, c’è una settimana di lavoro. Nella quale i granata potranno ritrovare le energie risucchiate dall’estenuante finale di Supercoppa, portata avanti sino ai calci di rigore e poi vinta grazie ad un super Gemello e ad una serie quasi impeccabile.

L’assenza di Millico andrà rattoppata, certo, ma in questi primi mesi di 2019 Coppitelli ha già saputo fare a meno del suo cannoniere, aggregato stabile alla prima squadra di Mazzarri. Con risultati ancora altalenanti, ma d’altronde non era impresa facile fare a meno di un ragazzo da 24 gol in 18 partite.

Torino Primavera, tutte le alternative di Coppitelli in attacco

L’alternativa principe, in questo momento, risponde al nome di Mouhamed Belkheir. Il francese classe 1999 è arrivato a gennaio proprio in previsione delle assenze di Millico e fin qui ha ben impressionato. Una buona prova contro l’Inter – condita da qualche tocco di classe come il tacco-tunnel nell’azione del gol di Onisa -, il primo gol granata contro il Milan.

Coppitelli ha fiducia in lui, così come in Nicola Rauti, uno che di reti in campionato ne ha già fatte 9. E in più ci sono Petrungaro e il classe 2001 (ex Under 17) Moreo, già andato a segno contro la Fiorentina nonostante le risicate opportunità di mettere piede in campo.

Insomma, le alternative in attacco non mancano. Senza Millico, il Torino Primavera ha le carte in regola per stupire ancora. A partire dalla trasferta di Empoli e, soprattutto, dalla semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta.

più nuovi più vecchi
Notificami
Denis-Joe
Utente
Denis-Joe

Aver tolto il nostro miglior giocatore in ben due occasioni per portarlo a scaldare la panchina della prima squadra e interrompere il filotto positivo di risultati che ci aveva portato in testa alla classifica è per me incomprensibile. Adesso l’assenza è obbligata ma non siamo più in testa, bensì terzi.… Leggi il resto »

Benvenuti
Utente
Benvenuti

Forza toro