Bianchi, Arma e Loria: l'intervista su Brescia-Torino, finale di B del 2010

Bianchi, Arma, Loria e i veleni del 2010: “Contro il Brescia una finale assurda”

di Francesco Vittonetto - 8 Novembre 2019

Esclusiva / Tre protagonisti della finale playoff del 2010 ricordano la doppia sfida tra Torino e Brescia. Arma: “Avessimo vinto sarei diventato un idolo”

“E’ stata una finale che ci hanno tolto”, ci dice Rolando Bianchi. “Quello per me è un ricordo triste, tenevo tantissimo a riportare il Toro in Serie A”, afferma, affranto, Simone Loria. 9 e 13 giugno 2010, ovvero Brescia-Torino atto primo e secondo: era la finale playoff del campionato di Serie B, in palio c’era la promozione. Non è l’ultima volta che Toro e Rondinelle si sono scontrati (è stata invece nel 2012, vinsero ancora i lombardi), ma è quella che a livello emotivo suscita ancora i ricordi più vividi. All’andata finì 0-0, al ritorno Caracciolo e Possanzini spedirono il Brescia in A. Nel mezzo c’è un mondo di polemiche, tutte granata: il gol di Rachid Arma all’Olimpico annullato per un nonnulla, le botte del biancazzurro Mareco a Bianchi, la presunta bestemmia pronunciata dallo stesso capitano granata – che fu prima squalificato dal Giudice Sportivo e poi reintegrato per il ritorno – e altri innumerevoli episodi di un doppio confronto avvelenato.

Bianchi: “Quella finale indirizzò la mia carriera”

“Fu una gara che indirizzò anche la mia carriera”. Bianchi, in esclusiva a Toro.it, non si nasconde. La sconfitta costrinse infatti lui e il Toro ad altri due anni di purgatorio. “Ma quella stagione avevamo fatto una cavalcata pazzesca”, prosegue l’ex capitano. Che sugli episodi aggiunge: “Fu tutto stranissimo. All’andata Mareco andava espulso dopo cinque minuti, con rigore a nostro favore: se avessi avuto la possibilità di farmi ammonire (Bianchi era diffidato, ndr) Mareco non sarebbe uscito col sorriso… Poi mi hanno costretto ad un viaggio assurdo a Roma, per testimoniare riguardo alla questione dello ‘Zio c***’, dal quale sono tornato in piena notte. Cose impensabili”.

Continua a pagina 2 – Il ricordo di Rachid Arma

più nuovi più vecchi
Notificami
giogranata
Utente
giogranata

Ricordo tutto, o quasi, di quel doppio confronto e dei giorni che lo accompagnarono… Speranze, delusioni e assurdità.
Non capisco tutto questo accanimento nei confronti di Rolando Bianchi che io considero uno dei primi calciatori dell’era Cairo ad aver capito ed incarnato veramente lo Spirito Granata!

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Infatti…c’è ben poco da capire..

Gianluca
Utente
Gianluca

L’unica cosa che dovrebbe fare Bianchi riguardo al Toro è tacere. Ringraziando per quanto lo abbiamo pagato in relazione al fatto che con lui siamo retrocessi al primo colpo e non siamo più risaliti finché non è arrivato Meggiorini ad alternarsi con lui. Rolando è sempre stato un buon bomber… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Non sono proprio d’accordo,tranne x la parte finale.

davidone5
Utente
davidone5

Gianluca quelli che criticano Ventura si ricordano solo l’ultimo anno che è stato senza ombra di dubbio negativo perchè era finito un ciclo ma non hanno presente o non vogliono ricordare che noi siamo ripartiti solo grazie a petrachi e Ventura dopo anni di contestazioni e serie B. Il problema… Leggi il resto »

Gianluca
Utente
Gianluca

Lasciando perdere Ventura, se no poi dicono che sono una vedova addolarata e non è vero (ho parlato due volte a Ventura in vita mia e non mi è piaciuto granché come personaggio, purtroppo di calcio ci capiscono spesso quelli con la sua spocchia), io direi che Cairo ha scelto… Leggi il resto »

Ultrà
Utente
Ultrà

nel 2011 avrebbero festeggiato il centenario…nel 98 passa il Perugia a quasi un anno dal terremoto…nel 93 han provato a rovinare la festa ma qualcosa andò storto, c’era il Toro vero…corsi e ricorsi…