L'inchiesta / Pistamiglio: "Il Toro? Gioca per pareggiare. E il tifoso va coccolato" - Toro.it

L’inchiesta / Pistamiglio: “Il Toro? Gioca per pareggiare. E il tifoso va coccolato”

di Veronica Guariso - 16 Novembre 2019

Viaggio nel mondo del tifo – Parte 2 / L’opinione di Lorenzo Pistamiglio del Toro Club Sauro Tomà: “Perdere così tanto è una legnata, la gente si disaffeziona”

Secondo appuntamento con il nostro viaggio nel tifo granata. Dopo aver ascoltato l’opinione di Mario Patrignani del Toro Club Fedelissimi Pesaro, ci spostiamo in Piemonte. Ad esprimere la sua opinione sul momento del Toro e soprattutto sul perché della diminuzione degli abbonamenti, dal 2006, primo anno di A, al 2019 (5.000, dato che erano stati 17 mila allora contro i 12 mila dell’ultima stagione). Cosa ha spinto di tifosi del Toro ad abbandonare lo stadio? Di chi sono le colpe e come si può risolvere il problema? Ecco il pensiero di Lorenzo Pistamiglio del Toro Club Sauro Tomà.

“Mazzarri gioca per non vincere”

Quest’anno rispetto allo scorso anno sono aumentati un po’ gli abbonati. Cairo quando ha iniziato da una scatola vuota e man mano ci ha messo giocatori. Il problema è che non ci sono risultati e la gente man mano si scoccia di dover andare allo stadio e piangere. Alla fine gli altri riescono sempre a vincere. Lasciamo stare le piccole schermaglie sulla Juve. Se non si è terzi o secondi in classifica, ai bianconeri importa poco, ma anzi, essere 5 o 6 fissi sarebbe un vantaggio per loro, perché si vincerebbe con le squadre che sono competitive e la insidiano maggiormente e toglierebbero i punti. Facciamo un esempio. Se sabato si vice con l’Inter sarebbe come dare 3 punti alla Juventus”.

Ci sono meno abbonamenti perché la gente si disaffeziona ed è molto grave. Col fatto che non ci sono risultati, la gente man mano piuttosto va vedere altri sport, ma non va più a vedere il Toro. Vedendo anche i risultati attuali non c’è da esaltarsi. Abbiamo 6 sconfitte. Perdere 6 partite su 12 per il Toro, con i tifosi che ha, è una bella legnata. Poi noi non abbiamo cambiato allenatore nonostante altre squadre con 4 sconfitte lo abbiano fatto. Mazzarri gioca per non vincere. Lui ha dimostrato questo in questi anni. Anche l’anno scorso con i 63 punti. Non ci si può vantare di aver fatto 15 pareggi in 38 partite, non si è concluso niente avendo 3 punti a partita. Con 10 punti in più si sarebbe arrivati in Champions. Anche noi dei Toro Club vediamo le conseguenze degli scarsi risultati: quando dobbiamo fidelizzare i nostri tesserati, vediamo che si disaffezionano ed è grave. Cerchiamo di tenere la gente, ma man mano si stufa. Il Toro calcio pensa che noi siamo tifosi ma noi in realtà siamo tifosi paganti. E’ un cane che si morde la coda. Maltrattare il tifoso che è cliente non va bene, va coccolato. I risultati bassi sono come maltrattare il cliente, che vuole un prodotto buono.“.

“Fossi in Cairo mi chiederei perché la squadra non va”

Non ci sono obiettivi. Io fossi nel Presidente, sarei arrabbiato per la spesa fatta con risultati negativi. Andrei a controllare perché questa squadra non dà i risultati dopo i miei investimenti. Negli anni passati, Cairo ha comprato e venduto. Quest’anno almeno e anche un po’ l’anno scorso, il presidente ha speso, ha tenuto tutti ed in più ha comprato alcuni elementi. I risultati servono perché se si vuole rilanciare la squadra, avere gli abbonamenti che sono men di prima porta ad un problema. I giocatori non sono scarsi, ma allora ci sarà qualcuno che li allena male o li mette male in campo. Iniziare la partita con una punta sola porta l’altra squadra a fare subito accorgimenti e ad attaccare. Col Brescia ci han dato 2 rigori che non ci daranno mai più, e un rosso. I primi 20 minuti del secondo tempo, cosa che ha ammesso anche Mazzarri, sono stati giocati male“.

“L’allenatore deve farli giocare meglio”

Non ce l’ho con Mazzarri ma per me avere questo allenatore che gioca per pareggiare non ha senso. Bisogna giocare per vincere. Lui ha un gioco antico, obsoleto, che andava bene per i due punti. Ora il pari è una mezza sconfitta. Cairo quello è e momentaneamente ce lo dobbiamo tenere, non avendo chi vuole investire. Quest’anno il Presidente ha deciso di tenere tutti e non fare plusvalenze. L’unica cosa che gli si può imputare è di aver preso tardi i giocatori utili, facendo fare loro la stessa fine di Zaza e Soriano. Andavano presi in ritiro e non a fine mercato. L’allenatore comunque deve far giocare al meglio i giocatori. Zaza e Soriano erano stati presi all’ultimo. Se non rendono bisogna farli giocare un po’ poi ammettere che non servono e lasciarli partire a gennaio. Soriano andava bene, ma non è mai stato fatto giocare con tanta continuità. Giocava a pezzi e allora ha fatto la ripicca di Cristiano Ronaldo sui social. Lì la società lo ha ceduto. Al Bologna ha poi giocato. Mazzarri ha tirato fuori Chiellini sapendo che i tifosi hanno la cattiveria negli occhi verso ciò che ha a che fare con la Juve. Poteva parlare di giocatori che sono stati al Toro e non della Juve. Già si va male, se poi Mazzarri si mette a fare come Soriano è logico che la gente si imbufalisce. A volte se le cercano le cose“.

10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giogranata
giogranata
8 mesi fa

Conosco Pistamiglio e so che è uno che ha il Toro nel sangue, quindi le sue parole andrebbero valorizzate e tenute come consiglio per migliorare questo Toro appena sufficiente. Davvero triste vedere questo Torino vivacchiare stabilmente a metà classifica, senza però tralasciare il fatto che ora, si riesce stabilmente a… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
8 mesi fa

Mah…provo a dire la mia…premesso che i risultati sono alla base e noi di risultati,poco o nulla..io credo che il calcio si sia venduto in toto ai diritti TV.La conseguenza è che un campionato spezzatino porta tanti problemi nella gestione del resto,mi spiego,prima sapevi che era SOLO la domenica pomeriggio,ti… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
8 mesi fa

Poi….il gioco latita..vero..6 sconfitte sono tante..vero…mazzarri doveva essere esonerato..forse si..però se guardo quelli che hanno cambiato,che risultati hanno avuto..dico anche no…se guardo a spalletti,allegri,di Francesco,Giampaolo.. gente che doveva spaccare e invece…cambiare x cambiare anche no.resto convinto che i risultati portino entusiasmo..se mazzarri non sarà in grado..a fine campionato saluti.Del pres… Leggi il resto »

LeovegildoJunior
LeovegildoJunior
8 mesi fa

D’accordo su tutto, tranne che la rosa sia davvero forte. Secondo me in realtà chiunque venga al posto di Mazzarri – che vorrei veder partire ieri – dovrà tirare il sangue dalle rape, perché la qualità della rosa è appena decente. A parte Sirigu, che è l’unico vero campione, gli… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
8 mesi fa

Mah Leo..bisognerebbe vedere questa rosa con un’altro mister xche se i risultati e gioco cambiano hai torto,mentre se non cambiano hai ragione..xche 2 indizi..e se permetti non c’e solo sirugu..x me..

LeovegildoJunior
LeovegildoJunior
8 mesi fa

Per me Sirigu è l’unico giocatore completo e forte che potrebbe giocare – titolare intendo – in una qualunque delle altre 19 squadre di serie A, inclusi gobbi/inter/napoli etc. Trovamene un altro, oltre a lui, che avrebbe la garanzia del posto nelle prime 6/7? Qui si osanna tanto Belotti ma… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
8 mesi fa

Sulla titolarità secca ok..andrea ci andrebbe molto vicino,x me,chiaro che se vai in una della cosiddette grandi la concorrenza aumenta..izzo sarebbe un’altro che se torna ai livelli dello scorso anno ci sta..x me..

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
8 mesi fa

Ti faccio solo un esmpio..gagliardini nelle dea e nell’inter..kessie nella dea e nel milan..da titolari inamovibili a panchine a raffica..