Il poeta del gol, a pochi giorni dalla ripresa del campionato, ha affrontato diversi temi tra cui il futuro di Juric e il mercato di gennaio

La ripresa del campionato è sempre più vicina ma in casa Toro ci sono tanti temi in ballo, non solo il ritorno della Serie A, con la squadra di Ivan Juric che aprirà il 2023 affrontando l’Hellas Verona tra le mura amiche dello stadio Olimpico Grande Torino. Tra gli argomenti di cui si sente parlare con più insistenza ci sono il futuro di Juric, il rinnovo del responsabile dell’area tecnica granata Davide Vagnati arrivato a novembre e il fatto che la Primavera giochi lontano dal capoluogo piemontese. Di questo e di tanto altro abbiamo parlato con uno dei giocatori che più di tutti ha scritto pagine importanti nella storia del club granata e cioè Claudio Sala, soprannominato “il poeta del gol”. Un ex giocatore granata che sicuramente non ha bisogno di grandi presentazioni e che, grazie allo Scudetto del ‘76, alle oltre 366 presenze, alle 33 reti e alle decine di assist confezionati con addosso la maglia del Toro, viene ricordato con tanto affetto dal popolo granata.

Sala, ai Mondiali Vlasic con la sua Croazia è arrivato sul gradino più basso del podio. Cosa ne pensa di questo giocatore e quanto ritiene che sia importante per il Toro?

“Vlasic è un giocatore importante perché i campionati si vincono solo con degli esterni bravi, parlo degli esterni alti. Vlasic è uno di questi. Bisognerebbe averne un altro dall’altra parte, in quanto le squadre che hanno questi giocatori molto bravi fanno la differenza nell’uno contro uno e quindi chiaramente ci sono sempre positività da parte di chi poi è in mezzo a concludere in rete”.

Secondo lei il Toro a gennaio dovrà andare alla ricerca di un attaccante?

“Su questo non ci sono dubbi. Penso che il Toro abbia proprio pochi attaccanti di ruolo e ogni tanto viene inventato il falso nueve come succede un pochino anche nelle altre squadre. Però serve assolutamente una punta che possa fare la metà dei gol che faceva Belotti. Non tutti i gol che faceva Belotti ma la metà e gli altri gol li dovrebbe fare chi è preposto a fare il centrocampista per poi andare a concludere”.

Cosa dovrebbe fare la società granata per convincere Juric a rimanere al Toro ancora a lungo?

“Questo è difficile da dire, sono cose che sanno solo loro. Juric è un allenatore che il Toro ha trovato e che ha fatto molto bene. È un allenatore che potrebbe continuare ancora in granata però principalmente non dipende dal Toro ma soprattutto da Juric, in quanto potrebbe magari considerare la positività di queste trattative di mercato”.

Da ormai troppo tempo la Primavera granata gioca lontano da Torino. Quanto sarebbe importante e significativo riportarla a giocare al Filadelfia?

“L’importante non è tanto riportare la Primavera a giocare al Filadelfia. È più importante ritornare a investire sui giovani, che vuol dire fare campionati all’avanguardia e riuscire a fare dei risultati importanti come succedeva qualche anno fa. Io dico sempre che è la qualità dei giovani che può portare il Toro a far bene con la Primavera”.

Cosa ne pensa del rinnovo di Vagnati arrivato a metà novembre?

“Nel calcio è molto importante la continuità. La continuità non solo di un direttore sportivo o di un direttore generale, ma anche poi dei giocatori. Il rinnovo del contratto di Vagnati è un punto di partenza per far sì che il Toro possa fare qualcosa di importante con un direttore sportivo che praticamente in questi anni ha capito un po’ tutto il meccanismo granata”.

Secondo lei in quale posizione di classifica si ritroverà la squadra di Juric al termine del campionato?

“L’importante è che il Toro riesca ad entrare nel gruppo di squadre che lottano per arrivare in Europa, anche se non sarà facile. Però con qualche cambiamento e spostamento il Toro potrebbe fare bene”.

Claudio Sala
Claudio Sala il Poeta del Gol
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 26-12-2022


160 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
VeneziaGranata
VeneziaGranata
1 mese fa

Non volevo ufficializzarlo per non darmi così tanta importanza, ma seguo l’esempio di AlPacione e annuncio che la sua scelta è ormai anche la mia da diverse settimane. Questo forum è tossico e – per quanto mi riguarda – non vale più la pena perdere tempo né a leggerlo, né… Leggi il resto »

AlPacione
AlPacione
1 mese fa

Ah, volevo solo dire che grazie ai fomentatori da tastiera che scrivono da Milano al soldo di non so bene chi e sicuramente contro i tifosi del TORO, che abbandono per sempre (non)toro.it…
Addio! 🥲

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  AlPacione

Volevo far notare che lo hai scritto sotto ad almeno 3 articoli che in diversi abbiamo avuto la sensazione che di nuovo ci fosse solo il nick @AlPacione E che questa allusione allo scrivere da milano è roba tipica 0.3maddeiana (millanteria non provata; mezza frase buttata lì, dico e non… Leggi il resto »

Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa

Il fatto davero tragicomico e’ che adesso qui e’ pieno di asini zerotreini che fanno tanto i soloni e ragliano che Claudio Sala e’ il “testimone di un Toro che purtroppo no c’e’ piu'” e qui e la’. Pero’ questi stessi zerotreini di oggi sono talmente ignoranti del passato che… Leggi il resto »

leftwing
leftwing
1 mese fa
Reply to  Scimmionelli

Ammiro l’eleganza delle immagini.

Vives: “Sinisa sembrava invincibile. Quel video a sorpresa prima del derby…”