Caso Floyd, anche Aina si unisce alla protesta - Toro.it

Caso Floyd, anche Aina si unisce alla protesta

di Veronica Guariso - 2 Giugno 2020

L’omicidio di George Floyd, ha fatto scoppiare una protesta contro il razzismo che ha coinvolto anche il calcio: Aina si è unito alla contestazione

Continua la bufera scoppiata in seguito all’omicidio di George Floyd, che ha mobilitato interi Paesi. Anche il mondo dello sport è stato coinvolto e molti alteti hanno deciso di schierarsi nella lotta contro il razzismo. Tra questi anche Ola Aina, che ha sfruttato il proprio profilo Instagram per lanciare il proprio messaggio. Anche lui ha condiviso una foto completamente nera, in segno di protesta pacifica, con gli hashtag “Blackout Tuesday” e “black lives matter”. Ha inoltre voluto postare una storia con il suo pugno chiuso e con la scritta “Black Lives Matter”.

Aina sui social: “Black Lives Matter”

Due gesti, quelli di Aina, a sostegno della lotta contro il razzismo, cominciata negli scorsi giorni negli Stati Uniti, ma che si è ampliata a livello mondiale.

Ecco il post di Instagram condiviso da Aina.

View this post on Instagram

#Blackouttuesday #BLM #blacklivesmatter

A post shared by Ola Aina (@olaaina) on

0 0 vote
Article Rating

7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

Chi uccide una persona deve pagare caro e in America non ci vanno leggeri, questo non giustifica assolutamente le violenze le razzie gravissime che hanno subito cittadini innocenti, proprietà private e negozi che non hanno fatto nulla di male. A loro nessuno pensa?

FT
FT
1 mese fa

Fai un bel gesto anche per noi ….. incomincia a giocare decentemente …..

gabbo
gabbo
1 mese fa

anime belle, è la solita manfrina orchestrata da soros. la faccenda puzza di finto lontano un miglio, con poliziotti in borghese che hanno dato il la alle rivolte,guardatevi sul tubo un po’ di video.
che strano, proprio ora che “gandhi” obama (premio nobel per guerra) sta per essere incastrato…

ardi06
ardi06
1 mese fa
Reply to  gabbo

Esatto c’è soros dietro, il deep state contro trump

gabbo
gabbo
1 mese fa
Reply to  ardi06

che poi anche trump non è immacolato, è sponsorizzato dalla lobby sionista conservatrice (vedi il genero). sono due piramidi (globalisti liberal vs nazionalisti) che si stanno scontrando sulla pelle delle formichine che mandano avanti la baracca (noi). in questo momento però (forse) il vecchio capitalismo brutto e sporco alla trump… Leggi il resto »

Dirk Diggler
Dirk Diggler
1 mese fa
Reply to  gabbo

@gabbo la lobby sionista di cui parli è la lobby delle armi (e delle banche in primis), hanno finanziato tutte le guerre ed è nel loro interesse che gli americani continuino a girare armati infatti se noti nessun presidente è mai riuscito a combinare nulla in questo senso. È un… Leggi il resto »

gabbo
gabbo
1 mese fa
Reply to  Dirk Diggler

il mondo sionista è tutt’altro che coeso, ci sono due correnti in lotta per il predominio (soros e nethanyahu si odiano) però le guerre le hanno fatte i bush e i dem (la famiglia bush fa parte della skull&bone society). trump (o chi dietro a lui) è più preso dalla… Leggi il resto »