Longo, hai salvato Cairo: ora salva il Toro - Toro.it

Longo, hai salvato Cairo: ora salva il Toro

di Ivana Crocifisso - 19 Giugno 2020

Longo è arrivato a Torino in un momento di estrema difficoltà per il presidente: consenso ai minimi storici ma soprattutto clima pesante intorno alla squadra. Ora la deve salvare

A Torino è arrivato in un momento a dir poco turbolento. Una squadra in crisi di risultati ma soprattutto un ambiente caldissimo: tifosi delusi da giocatori e presidente, striscioni (come quello che invitava Cairo ad andare via) che ormai da settimane campeggiavano nei luoghi simbolo prima delle partite. Un clima che aveva costretto Mazzarri (già comunque poco convinto ad aprirlo) a chiudere il Filadelfia, dal quale di fatto i sostenitori erano stati allontanati. Con l’arrivo di Moreno Longo è cambiato tutto dalla notte al giorno successivo. Non c’è stato bisogno di vincere partite o di fare proclami. La presenza di un allenatore che sa perfettamente cosa i tifosi si aspettino e conosce l’ambiente perché in fondo è sempre stata casa sua è servita in un attimo a placare gli animi.

Basti pensare al fatto che al primo allenamento fuori dal Fila c’era una camionetta delle forze dell’ordine, lì solo in caso di necessità, che non ha dovuto far nulla se non assicurarsi che tutto filasse liscio. Non solo è stato così, ma tutti i presenti hanno abbracciato l’idea di una tregua con la squadra, riservando solo cori di benvenuto a Longo e ad Antonino Asta.

Niente più scorta allo stadio (era accaduto con Mazzarri che ci fosse la polizia fuori dal Grande Torino durante la rifinitura), niente pressione sui giocatori: di conseguenza un problema in meno per Urbano Cairo, che in questo modo si è “liberato” di un problema nonostante, è bene ricordarlo, nei suoi confronti i tifosi restano molto più che critici.

Longo ha salvato Cairo, potremmo dire, ed è ora chiamato ad un’altra impresa ben più grande a giudicare dai risultati del Toro nelle ultime gare prima del lockdown. Salvare la squadra al più presto e riportare ancora più serenità. Una volta raggiunto l’obiettivo, però, qualcuno dovrebbe quantomeno farsi due domande prima di liquidare, eventualmente, questo allenatore.

14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

capisco le esigenze giornalistiche, la ricerca del dibattito. mi sta bene.

ma l’unica salvezza a cui penso è quella del Toro. tutt’altro che scontata.

radice10
radice10
1 mese fa

Mah cosa dire Dott.sa Crocefisso, posso concordare con la sua seconda affermazione in quanto sono fiducioso che Moreno verso il quale nutro molta fiducia, possa riuscire nell’intento di portarci fuori da questa brutta situazione. Per quanto riguarda la prima invece non concordo assolutamente, sono ormai 14 anni ( tralascio ovviamente… Leggi il resto »

Bagna cauda
Bagna cauda
1 mese fa
Reply to  radice10

Appunto perché segui il Toro da tanti anni non puoi negare che uno scempio calcistico così non era mai avvenuto. Anche come dice qualcuno con presidenti peggio di Cairo. 0-7 casalingo ma vergognatevi, ancora lì a trovare il pelo nell uovo per difendere un inetto, sprovveduto e bandito che abbiamo… Leggi il resto »

radice10
radice10
1 mese fa
Reply to  Bagna cauda

Ma si vergogni Lei per intanto, vuole sfuggire dalla realtà? ma quale pelo nell’uovo? e dove ha letto che voglio negare lo scempio e difendere Cairo,?forse nella sua testolina bacata. Impari a leggere quello che si scrive, ho detto che vorrei un’altro Presidente, gente concreta però e non i soliti… Leggi il resto »

giogranata
giogranata
1 mese fa

Dove eravamo rimasti? Spero, domani in tarda serata, di dire: “Indietro, tanto indietro…”. Mi auguro il Toro possa tornare alla vittoria. Una vittoria che sarebbe pesantissima in ottica futura. La meriterebbe anche Mister Longo che sappiamo tutti quanto ami questa maglia. Sulla presidenza, rigorosamente scritto in minuscolo, capeggiano tanti dubbi… Leggi il resto »