Museo e Filadelfia: la Regione vuole vederci chiaro - Pagina 3 di 3 - Toro.it

Museo e Filadelfia: la Regione vuole vederci chiaro

di Gigi Marengo - 21 Agosto 2019

L’interrogazione presentata in Regione

Un capovolgimento di prospettiva sulle opere in realizzazione sulla nostra Sacra Area che se, sino a ieri, pareva impossibile, oggi appare invece possibile. La Regione, dopo anni di letargo meramente assecondativo su tutto ciò che decideva il Comune di Torino e la sindaco Appendino, si è svegliata ed ha deciso di vederci chiaro sui propri (tanti) denari versati per il Fila.
Attendiamo ora la risposta del nuovo Assessore Regionale Fabrizio Ricca, a cui moltissimi tifosi granata oggi guardano, speranzosi di veder rimesso al Fila il nostro Museo… e non a babbo morto, ma subito, prima di ogni altra realizzazione. Ed in parallelo alla sua, anche quella del nuovo Assessore al Bilancio Andrea Tronzano, estremamente interessato al come vengono gestiti i denari usciti dal bilancio regionale.

Ecco l’interrogazione:

ai sensi dell’articolo 18, comma 4, dello Statuto e
dell’articolo 99 del Regolamento interno.

Ordinaria a risposta scritta

Oggetto: Fondazione Stadio Filadelfia e utilizzo delle risorse finanziarie

Premesso che
• al fine di salvaguardare la memoria storica e sportiva della Città di Torino, con l.r. 12/2008, la Regione ha deciso di partecipare, in qualità di socio fondatore, alla costituzione della “Fondazione Stadio Filadelfia”, di concerto con il Comune di Torino e il Torino FC;
• con l.r. 8/2013 e per le finalità sopra richiamate, la Regione ha concesso alla Fondazione Filadelfia un contributo straordinario massimo pari a 3.5 milioni, diviso in quote annuali per un periodo di quindici anni e finalizzato al regolare pagamento delle rate di ammortamento dei mutui contratti dalla Fondazione per la ricostruzione del complesso sportivo;
• secondo quanto riportato dagli artt. 3 e 3 bis dello Statuto, la Fondazione è stata costituita al fine di procedere alla ristrutturazione dell’impianto già Stadio Filadelfia, definendo una scala di priorità nella realizzazione degli interventi: terminato l’impianto sportivo, si sarebbe dovuto realizzare un Museo storico dedicato alla Squadra e, successivamente, la sede del Torino FC, unitamente alla sede della Fondazione, e una sala stampa;
• già durante la fase progettuale erano state accolte specifiche richieste del Torino FC relative a modifiche ed integrazioni sul progetto iniziale, che hanno comportato un incremento dei costi di realizzazione dell’impianto sportivo di circa 1,15 milioni di euro;
• ultimati i lavori dell’impianto sportivo, risulterebbe che il CdA della Fondazione Stadio Filadelfia sia intervenuto, con delibere proprie, sul programma delle opere da realizzare attraverso l’individuazione di due lotti distinti: il cosìddetto Lotto 2 ricomprendente la realizzazione della sede del Torino FC e della sala stampa, una mensa nonché un impianto di refrigerazione dell’aria per le aree interne utilizzate dal Torino FC del costo di circa 100mila euro, e il Lotto 3 relativo al Museo storico dedicato alla Squadra.; il CdA, nel contempo, avrebbe stabilito di destinare tutte le risorse economiche a propria disposizione alla realizzazione del Lotto 2;
• la realizzazione del Lotto 2 sembrebbe discostarsi dalla ratio che ha portato il Legislatore regionale ad intervenire in più momenti per la salvaguardia della memoria storico sportiva della Città.

SI INTERROGA
la Giunta regionale per sapere
• se quanto in premessa corrisponda al vero e, in caso di risposta affermativa, se e come si intenda intervenire per garantire l’utilizzo delle risorse coerentemente con le finalità che hanno portato alla costituzione stessa della Fondazione.

11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ale_maroon79
ale_maroon79
1 anno fa

Tralasciando un attimo le questioni storiche e culturali, farei un applauso a chi ha progettato il sistema di “occultamento visivo” del FIla: non era facile spendere quasi un milione per una cosa che fosse tanto orribile quanto inutile. Forse avrebbe avuto più senso, sull’area del Fila, fare solo sede societaria… Leggi il resto »

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
1 anno fa

Egr. Avv. Marengo grazie per aver portato nuovamente alla luce la vicenda della costruzione/ricollocazione del museo che sta molto a cuore a noi tifosi del Toro. Ovviamente il plauso, in questo caso, va certamente alla Consigliere Biletta che opportunamente ha chiesto spiegazioni sia al riguardo delle “dinamiche di spesa”, sia… Leggi il resto »

Sergio (Plasticone69)
Sergio (Plasticone69)
1 anno fa

Lavventuriero aspetterà la qualificazione alla lig anche per mettere mano alla realizzazione dei lotti mancanti?
Ormai tutto dipende da questo.
Dai che stiamo crescendo, siamo una società strutturata 😂😂

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
1 anno fa

Per quello ristrutturano pure il soffitto degli spogliatoi.

MG1961
MG1961
1 anno fa

La lectio senatus Questo compito, divenuto prerogativa dei censori a seguito del plebiscitum Ovinium, era particolarmente importante nella fase repubblicana perché, in pratica, permetteva al censore di decretare i candidati alla carica senatoriale. Spesso il censore faceva un uso politico di tale prerogativa, respingendo per indegnità avversari politici. L’importanza della… Leggi il resto »

madde71
madde71
1 anno fa
Reply to  MG1961

Approfittare, appropriarsi di tutto gratuitamente, la regola imprescindibile di quelli di adesso