Cairo ha sempre cercato di risparmiare il più possibile, non ponendosi affatto il problema che la squadra potesse non essere pronta

Nel Secondo Tragico Fantozzi il ragionier Ugo, per timbrare il cartellino alle 8.30 in punto, da un’iniziale sveglia fissata alle 6.15 dei primi giorni di lavoro, aveva ottimizzato i tempi a tal punto da posticiparla alle 7.51. La scena è esilarante e consiglio a tutti di rivederla. In quei fotogrammi accade l’imprevisto di un laccio della scarpa che si rompe e che ruba secondi preziosi per la sostituzione/riparazione che porta poi Ugo Fantozzi a tentare l’impossibile: prendere l’autobus al volo. L’esito del salto sul bus in corsa risulterà poi, ovviamente, disastroso.

Cosa c’entra questa scena con il Torino FC? C’entra eccome. Urbano Cairo, assieme al direttore sportivo di turno, ha sempre operato negli anni della sua presidenza cercando di strappare la condizione migliore con il minimo sforzo, cercando di risparmiare il più possibile, non ponendosi affatto il problema che la squadra potesse non essere pronta a campionato iniziato, salvo poi, in qualche situazione, buttare vagonate di soldi per giocatori non utili alla causa (Soriano, Zaza e Verdi sono soltanto un esempio). Ma davvero c’è qualcuno che pensava che questa estate avremmo assistito ad uno scenario diverso, per giunta in una congiuntura macro economica simile e con lo stesso presidente?! Immagino di no ed infatti si sta ripetendo il leit motiv del calciomercato granata. L’attesa degli sviluppi, il vedere cosa fanno gli altri, il tirare sul prezzo il più possibile e, in caso di imprevisti, proprio come il ragionier Fantozzi, cercare di salire sul bus al volo, con il concreto rischio di rimanere con il buco in rosa.

Avete presente la questione del regista e del trequartista della passata stagione? Dunque è evidente come Cairo non abbia la benché minima intenzione di cambiare atteggiamento. Anche quest’anno il Toro è incompleto e probabilmente lo sarà a fine sessione. Juric ha dichiarato che la rosa è inadatta e che allo stato attuale si può lottare solo per posizioni di bassa classifica. Mancano pochi giorni alla fine dell’ennesima campagna acquisti deprimente e degna della “Corazzata Potëmkin” per rimanere in tema fantozziano.

Manca ancora il centrocampista che, quasi sicuramente, sarà Pobega in prestito secco, manca un trequartista che dovrebbe essere Messias o un Gojak di turno che verrà messo fuori ruolo e manca più di un centrale. Sì perché andrebbero rimpiazzati Nkoulou, Lyanco e probabilmente Izzo. Se Rodriguez è stato inserito tra i centrali difensivi, i difensori da inserire dovrebbero essere due. Se andasse in porto lo scambio tra Izzo e Walukiewicz, mancherebbero comunque i sostituti di Nkoulou e Lyanco. Il tutto quando il tempo è agli sgoccioli.
Infine il Toro affronta questo campionato con il Gallo in scadenza contrattuale. Il rischio di perderlo a zero è altissimo ed ovviamente, al netto del comportamento dell’attuale capitano granata che personalmente, come ho già detto, non mi sta piacendo per nulla, la responsabilità è tutta della società e del presidente. Ritrovarsi con il capitano, nonché bomber del Torino, capace di segnare 106 reti in 230 gare, dicevo vedere Belotti giungere all’ultimo anno di contratto è un autogol societario senza precedenti. Ma dopotutto perché alzarsi alle 06.15, quando ti puoi svegliare alle 07.51?
Quando è stato preso Warming, si pensava che la società stesse operando in maniera lungimirante, quasi a voler investire sui giovani. Nomen omen avranno pensato i più ottimisti del danese, con l’idea di un “riscaldamento” dei cuori granata. Altri invece avranno letto, sbagliando, il nome del giocatore danese con Warning, vale a dire “avvertimento”, ma avranno indovinato come il giovane nordeuropeo rappresentasse l’avvertimento di quello che sarebbe stato anche quest’anno il mercato granata. Speriamo che questi ultimi giorni smentiscano la storia di 16 anni di presidenza, ma è difficile crederlo al momento. Ad Ivan Juric spetterà il compito più arduo. Che bel regalo di compleanno, mister!

Cairo
Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 26-08-2021


78 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
1 mese fa

Dovete solo……VERGOGNARVI!!!!!

P@t71 GNOMO DA 110 E LODE ETERNA!
P@t71 GNOMO DA 110 E LODE ETERNA!
2 mesi fa

Ma che bella foto!

🤮🤮🤮🤮💩

Peterpann
Peterpann
2 mesi fa

:D:D:D:D:D

Mikechannon
Mikechannon
2 mesi fa

Considerando l’età media del tifoso granata le contestazioni da fare sono contro le pensioni basse e l’Imu troppo alto per le seconde case. Tutto il resto e fuffa

Peterpann
Peterpann
2 mesi fa
Reply to  Mikechannon

aggiungerei anche la spiegazione del disastro della diga del Vajont…

Belotti e il mancato rinnovo: che senso ha?

Juric, regalaci sprazzi di Toro