Il punto sull’arbitro Chiffi che ha diretto ieri la sfida tra la Roma e il Torino, vinta dai giallorossi

Dopo aver diretto la gara interna contro l’Atalanta, per la seconda volta in stagione Daniele Chiffi è stato designato per dirigere una partita del Torino. All’Olimpico tra gli episodi da passare al setaccio spicca il rigore prima concesso e poi tolto ai giallorossi ma la gestione di gara complessiva non è stata ineccepibile e nell’arco dei 90’ mancano alcuni provvedimenti.  Al 14’ proteste della Roma per un contrasto Singo – Zaniolo sulla trequarti granata, il fischietto della sezione AIA di Padova lascia correre e l’impressione è che faccia bene poiché l’intervento sembra corretto e il giallorosso accentua la caduta. Chiffi utilizza un metro piuttosto permissivo ma al 36’ non può esimersi dal concedere giustamente il penalty alla Roma per un fallo di Buongiorno il quale da terra interviene sul piede di El Shaarawy in area di rigore. Tuttavia prima della battuta, il VAR Banti richiama l’attenzione dell’arbitro e dopo un check di ben 5’ rileva una posizione di offside davvero millimetrica di Abraham. Al 47’ Ibanez affossa Belotti in velocità, l’arbitro concede il calcio di punizione ma non estrae il cartellino giallo. 

Gli episodi della ripresa

Al 53’ Chiffi ammonisce invece il nuovo entrato Zima che spinge Zaniolo già contrastato da Pobega. Al 63’ Buongiorno interviene in modo scomposto su Abraham, anche in questo caso l’arbitro assegna solo il calcio di punizione. Il difensore granata è protagonista anche un minuto dopo quando in area giallorossa tenta la conclusione respinta col braccio da Karsdorp a pochi metri da Rui Patricio ma anche in questo caso il tutto viene cancellato dall’antecedente posizione di fuorigioco. La fa ancora franca Ibanez al 72’ per un’altra spinta a Belotti ed in questo frangente l’arbitro veneto rischia di perdere di mano il match non fischiando nemmeno un fallo di Bremer su Zaniolo (il quale per tutta la gara protesta in modo anche plateale senza subire provvedimenti). Al 91’ arriva “finalmente” il più volte rimandato cartellino giallo ai danni di Ibanez che stende Singo con un intervento duro da cartellino “arancione”. Infine al 94’ ammonito giustamente il neoentrato Kumbulla che interviene fallosamente su Zima senza nemmeno cercare il pallone. 

Per Chiffi si è trattato del sesto incrocio con i granata per i quali il bilancio con il direttore di gara veneto è ora di una vittoria, due pareggi, tre sconfitte. 

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-11-2021


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69(@poggiardo-granata69)
1 mese fa

Diciamo le cose come stanno,I Romelli dovevano finire in 10 molto prima.tra Zaniolo(che in tutta la gara ha protestato e simulato) e Ibanez (con le sue entrate scriteriate).

ardi06
ardi06(@ardi06)
1 mese fa

Amen, sacrosanto

tric
tric(@tarcisio-ricca)
1 mese fa

I falli di Ibanez meritavano: un giallo intenso da dietro su Belotti; un altro giallo al 72′ ed un rosso diretto (con arresto della forza pubblica!) su Singo.

ardi06
ardi06(@ardi06)
1 mese fa
Reply to  tric

Di nuovo sacrosanto

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).(@alberto-fava)
1 mese fa

Manca oltre che l’espulsione al killer, almeno L”ammonizione a Zaniuuolo per aver protestato continuamente, e simulato un paio di volte.
Inoltre Belotti è stato sistematicamente menato per tutto il tempo : davanti, diidietro, di fianco e pure a schiaffi da Smalling.
Provvedimenti ? Zero.

Toro Toro Toro
Toro Toro Toro(@toro-toro-toro)
1 mese fa

Hai ragione: Zaniolo veramente simulatore, piagnone e indisponente….sarà il prossimo acquisto dei gdm, come novello chiesa?

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).(@alberto-fava)
1 mese fa
Reply to  Toro Toro Toro

Potrebbe starci, come no? Sempre che nel frattempo la GDF con la Procura non ci facciano un regalo……

ardi06
ardi06(@ardi06)
1 mese fa

E siamo a tre amen e sacrosanto. Mi fermo qui

Torino-Udinese: Pezzuto tiene in pugno una gara dura

Torino-Empoli, per Colombo esordio in chiaroscuro. Ecco perché ha espulso Singo