Torino-Chievo, buona la direzione di La Penna: il punto sull’arbitro

di Carlo Quaranta - 4 Marzo 2019

Il punto sull’arbitro La Penna, che ieri ha diretto Torino-Chievo, finita con un 3-0 per i granata, che hanno mantenuto l’imbattibilità

Convincente prestazione del quasi esordiente Federico La Penna designato per la partita tra Torino e Chievo che si è giocata all’ora di pranzo al Grande Torino. Per l’arbitro della sezione AIA di Roma 1 non ci sono state grosse difficoltà nel gestire una gara che non ha presentato casi particolari nelle rispettive aree di rigore né gravi scorrettezze da parte dei ventidue in campo tanto che nel primo tempo ha dovuto far ricorso solo una volta al cartellino (cinque in totale). Al 33’ il primo giocatore ad essere sanzionato è Lukic per un intervento in ritardo su Giaccherini: correttamente l’arbitro dapprima concede il vantaggio ai clivensi ed a fine azione ammonisce il serbo. La Penna adotta un metro elastico, non eccede e si fa notare poco, di solito ciò rappresenta un elemento positivo per valutare la prestazione di un arbitro.

Al 57’ segnalato un offside a Diousse ma le immagini tv smentiscono l’assistente che aveva fermato una buona azione offensiva degli ospiti. Al 68’ giusto cartellino giallo per lo stesso Diousse autore di un fallo tattico su Belotti. Al 73’ ammonizione sacrosanta per Rigoni, ancora per un fallo su Belotti al limite dell’area gialloblù. Al 78’ cartellino giallo anche per Bani che allarga il braccio colpendo al volto il solito Belotti.  All’86’ il fischietto romano si dimostra molto bravo nel comminare un’ammonizione a carico di Stepinski per simulazione in area: l’attaccante va giù senza che vi fosse un contatto con N’Koulou.

Al 91’ su un cross da sinistra c’è Stepinski oltre tutti i difendenti, i giocatori del Chievo protestano per un possibile tocco di braccio da parte di un difensore granata ma l’arbitro dopo un silent check col VAR conferma la posizione di fuorigioco che, essendo precedente, di fatto annulla ogni altro discorso. Alla sedicesima partita nella massima serie, il 35enne direttore di gara romano ha incrociato per la seconda volta (dopo il 4-0 a Cagliari nello scorso campionato) il Torino che ha nuovamente vinto senza subire gol e segnando sempre nei secondi 45’.

più nuovi più vecchi
Notificami
poggiardo granata69
Utente
poggiardo granata69

nulla da eccepire,buona direzione di gara