Torino-Roma, Damato non delude: attenta direzione di gara

7
Damato
CAMPO, 21.8.16, Milano, stadio Giuseppe Meazza, 1.a giornata di Serie A, MILAN-TORINO, nella foto: l'arbitro Antonio Damato ammonisce Joel Obi

Torna il “Punto sull’arbitro” di Carlo Quaranta: ecco come viene giudicato l’operato dell’arbitro Damato dopo Torino-Roma

È stata una partita con rari spunti da moviola quella del “Grande Torino” tra la squadra di Mihajlovic e la Roma. L’arbitro designato, Antonio Damato della sezione di Barletta, non ha avuto grandi difficoltà a gestire la gara utilizzando un metro piuttosto rigido che ha forse spezzettato un po’ troppo il gioco (pur non lasciandosi andare nei provvedimenti disciplinari) ma sostanzialmente equo.

Non essendoci stati casi particolari nelle aree di rigore, l’attenzione è rivolta soprattutto ai numerosi offside segnalati a Sadiq e alla concessione del calcio di punizione da cui è scaturito il gol partita. Gli assistenti Tegoni e Valeriani hanno avuto presto il loro bel daffare per ravvisare le posizioni irregolari degli attaccanti: al 5’ è Dzeko il primo a trovarsi in fuorigioco, poi, dopo un episodio dubbio con Sadiq fermato forse fallosamente al 7’ da Juan Jesus nei pressi dell’area giallorossa, lo stesso nigeriano incappa nella rete del fuorigioco con una frequenza altissima, spesso per questione di centimetri ma le segnalazioni degli assistenti sono state sempre corrette.

La partita scorre senza sussulti e al 64’ il primo ammonito del match è Niang che atterra Under in ripartenza, decisione che ci sta. Al 66’ Juan Jesus entra in ritardo su Baselli ma l’arbitro concede solo il calcio di punizione. Al 68’ De Silvestri a pochi metri dall’area granata spintona ingenuamente El Shaarawy, giustamente Damato ravvisa il fallo e concede la punizione che regala la vittoria ai giallorossi. Al 78’ ammonito Alisson per perdita di tempo nelle operazioni di rinvio e poco dopo Sadiq viene pescato per la sesta volta in fuorigioco, stavolta davvero millimetrico, a pochi metri dalla porta avversaria. All’85’ un fallo di De Rossi su Ljajic avrebbe potuto essere passibile di ammonizione ma il fischietto pugliese anche in questo caso ha ritenuto sufficiente la concessione del calcio di punizione. La partita non ha altro da dire nei minuti finali e termina con la sconfitta del Torino e senza sostanziali recriminazioni arbitrali.

Il bilancio complessivo di Damato con i granata è ora di quattro vittorie, sei pareggi e nove sconfitte.

7 Commenti

  1. Premesso che allo stadio spesso e volentieri non si capisce nulla, sembra di vedere certe cose e invece sono completamente diverse, la sensazione è che nel primo tempo ogni palla prendesse Sadiq era fallo. Poi magari era fallo veramente, perchè si muove in modo assurdo, ma sembrava un fischiare a senso unico.

  2. Manca un’amonizione a un romanista nel secondo tempo per il resto non gli si può imputare di aver fischiato fallo a De Silvestri che non fa quello che ti insegnano in asilo e cioè di affrontare un avversrio con le braccia larghe. Interessante piuttosto è capire perchè la redazione fa sto articolo con Carlo Quaranta e gli mette 5 nelle pagelle della Crocifisso.