Udinese-Torino, per Tagliavento poco lavoro

Udinese-Torino, per Tagliavento poco lavoro

di Carlo Quaranta - 1 Novembre 2016

Il punto sull’arbitro della gara di ieri del Friuli tra Udinese e Torino, che ha visto Tagliavento come fischietto

Non ha certo dovuto sudare le proverbiali sette camicie Paolo Tagliavento per gestire la partita andata in scena ieri all’insolito orario delle 19.00 al Dacia Arena. Udinese e Torino hanno dato vita ad un match sostanzialmente corretto che non ha visto grossi casi da moviola e l’esperto arbitro di Terni ha così gestito senza patemi e senza dover essere inflessibile.
Al 6’ Baselli commette un fallo sulla trequarti per fermare lo sgusciante Fofana rischiando l’ammonizione ma il direttore di gara lo grazia. Al 15’ è regolare l’azione che porta al gol il Toro: sull’imbucata perfetta di Belotti, Benassi parte in posizione regolare tenuto in gioco da Danilo a centro area. Al 20’ Boyé è troppo esuberante su Felipe e stavolta Tagliavento non può esimersi dall’ammonirlo. Al 29’ giusto cartellino giallo anche per Valdifiori che ferma irregolarmente una ripartenza di Thereau. Altra ammonizione sacrosanta al 35’: Danilo commette un fallo da dietro su Belotti. Al 39’ ancora un fallo tattico che porta all’ammonizione, in questo caso è Moretti che trattiene per maglia Zapata sulla trequarti granata.
Al 57’ buona palla di Boyé dentro per Belotti il quale però è colto in posizione di fuorigioco dall’assistente: con la parte alta del corpo in effetti l’attaccante era più avanti dell’ultimo difendente. Regolari anche i due gol friulani: sul primo Thereau è in posizione corretta, tenuto in gioco da Rossettini sul cross di Widmer. Sul rocambolesco gol del raddoppio, invece, dopo il colpo di testa di Wague, il pallone termina sul palo, poi colpisce Barreca ed infine Zapata tocca in rete da due passi (ma ci sono due granata sulla linea di porta). All’87’ resta a terra Zappacosta dopo un contrasto con Felipe colpevolmente non punito dall’arbitro. Qualche secondo dopo viene allontanato Mihajlovic per proteste su segnalazione del quarto uomo.
Insomma, a parte la piccola coda polemica, l’arbitraggio di Tagliavento, che aveva diretto già i granata nella vittoria sulla Roma di un mese fa, è stato ancora una volta positivo così come i precedenti: nove vittorie (tra cui ricordiamo quella nel derby dell’aprile 2015), tre pareggi e due sole sconfitte. Positiva anche la prova degli assistenti.

7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
poggiardo granata69
poggiardo granata69
4 anni fa

non ha fatto grandi errori e di certo non ha influito sul risultato(e questo x un arbitro è già tanto).solo un piccolo appunto il fallo nei minuti finali su zappacosta era difficile non vederlo.

universogranata
universogranata
4 anni fa

Sorry per gli orrori di scrittura causa tastiera mio Samsung . Spero di essermi fatto capire.

G.T.
G.T.
4 anni fa

poleMichele e Tagliavini sono comunque divertenti assai.

universogranata
universogranata
4 anni fa

Sera, ero a Udine ieri e dal vivo il fallo su Zappacosta sembrava uno dei soliti, tanti contrasti che avvengono in una partita. Rivisto in televisione il fallo è uno di quelli che si possono definire “sporchi”. Perché Filippelli con il ginocchio dx tocca Zappa. proprio nel momento che stava… Leggi il resto »

angelo62
angelo62
4 anni fa

spero che non sia nulla di grave e di averli entrambi a disposizione. Se proprio dovesse andare male, per la gioia della maggior parte degli utenti, giocheranno Vives e De Silvestri 😉