Brescia-Balotelli, questione in tribunale: è rottura definitiva

Brescia-Balotelli, rottura definitiva: la questione finisce in tribunale

di Veronica Guariso - 2 Giugno 2020

Continua il botta e risposta tra Balotelli, che vorrebbe essere risarcito, ed il Brescia, che lo considera fuori dalla rosa. La questione finisce in tribunale

Balotelli è tornato a far parlare di sè e questa volta ha fatto sì che nell’occhio del ciclone ci fosse anche il Brescia. La frattura, nata in seguito ad accuse reciproche, sembrerebbe essersi allargata, fino a diventare insanabile. Il giocatore avrebbe infatti richiesto il reintegro in rosa o un risarcimento che si aggira attorno ai 400.000 euro. Cellino, presidente del Brescia, non sembra però essere disposto a scendere a compromessi, ma avrebbe preso in considerazione la possibilità di una rescissione anticipata del contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno. In caso di mancato accordo, la questione potrebbe finire in tribunale.

Le accuse reciproche tra il club ed il giocatore

Il ritorno ad allenarsi di Balotelli sembrava presagire passi in avanti verso una soluzione pacifica, decantata anche da Cellino. La situazione però sembrerebbe invece essere peggiorata. Tutto sarebbe nato da un trattamento ingiustificato nei confronti dell’attaccante, costretto ad allenarsi sui campi secondari ed isolato quindi dal resto della squadra, senza motivi apparenti. Il Brescia dal canto suo gli imputa comportamenti scorretti durante il lockdown. Avrebbe infatti saltato alcune sessioni di lavoro, partecipato poco alla preparazione e avrebbe presentato una condizione fisica precaria.

Balotelli, lo sfogo sui social e la lettera al club

L’attaccante del Brescia, che spesso usa i profili social per rispondere e per sfogarsi, avrebbe infatti scritto: “Ma come fate a scrivere che non mi alleno al campo? Ci sono i giornalisti al centro a tutti i miei allenamenti, ovviamente muniti di telecamere! Gli allenamenti sono due al giorno quasi tutti i giorni! Come si fa a negare l’evidenza? Non pensavo di essere un fantasma invisibile ai teleobiettivi. Al momento giusto spiegherò per filo e per segno tutto e capirete.”. Intanto, nella giornata di domenica, ha recapitato una lettera al club con la richiesta di reintegro in rosa. Tutto potrebbe però riguardare una pretesa di natura economica, che Cellino non ha intenzione di assecondare. É solo questione di tempo prima che si arrivi definitivamente alla frutta.

Balotelli Torino
CAMPO, 22.8.17, Nizza, stadio Allianz Riviera, play-off Champions League, NIZZA-NAPOLI, nella foto: Mario Balotelli
0 0 vote
Article Rating

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
davidone5
davidone5
1 mese fa

Balotelli non è un giocatore di calcio è solo un problema per chi ce l’ha in squadra. La sua fortuna si chiama procuratori perché è inspiegabile come possa guadagnare soldi col calcio uno così. Anche Cassano non aveva la testa del professionista ma a differenza di balotelli aveva un talento… Leggi il resto »

Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President)
1 mese fa

E se ci fossero ancora dubbi questo è il calcio di oggi : i presidenti come il Signor Cellino, ed I campioni alla Mario Balotelli.
Manca solo più il Signor Mino Raiola di turno, et voila’ les jeux sont faites.
Stop, è ora di lasciarli perdere.