Il presidente del Torino, Urbano Cairo, commenta la vicenda dei diritti tv e annuncia: “Presto usciremo da questo problema. Nell’assemblea di Lega avremo delle grandi novità”

Continua a tenere banco la questione diritti tv e Serie A. E il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha parlato di questo a margine della festa per i 6 anni del settimanale “F“, a Milano. “Sono fiducioso” si è detto Cairo, tra i massimi sostenitori di Mediapro che poi ha deluso tutti, presidente granata compreso, per come è finita la vicenda. “Venerdì abbiamo un’assemblea in Lega Calcio, e in quella occasione ci saranno degli aggiornamenti” importanti, sena dubbio. Anche perché ancora resta in ballo la cessione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021, e Cairo sa bene quanto questi saranno importanti.

Diritti tv Serie A, Cairo: “Storia senza fine, serve una definizione”

Niente calciomercato tra le dichiarazioni del presidente del Torino, Cairo. Ma solo l’attenzione rivolta ai diritti tv, per le domande dei giornalisti presenti: “Si tratta di una storia senza fine, che va avanti da molto tempo. Addirittura da un anno. Ora serve una definizione: io non mi occupo direttamente di questa cosa, perché c’è un presidente bravo come Micciché e un consiglio appena nominato. Ho assoluta fiducia in loro e sono certo che sapranno fare le cose migliori per dare una destinazione al calcio italiano dal punto di vista televisivo, mettendo la parola fine a questa lunga storia“, ha concluso il presidente granata.


Serie A e audience Tv: Torino al nono posto con oltre 9 milioni di spettatori

Cagliari, Rolando Maran è il nuovo allenatore: è UFFICIALE