La presentazione dell’avversaria / Il Sassuolo non vince da 8 turni e la panchina di De Zerbi traballa. Si tenta il ricorso per Berardi, ad oggi ancora squalificato

Emergenza: è questa la parola d’ordine in casa di un Sassuolo che sabato, nel posticipo delle 18, ospiterà il Torino che dopo la vittoria in trasferta contro la Roma ha dato segnali di conferme anche contro il Bologna. In mezzo, il passaggio del turno in Coppa Italia ai danni del Genoa. La sfida del prossimo turno di Serie A, dunque, metterà di fronte una formazione, quella di Mazzarri, in netta ripresa e alla caccia di un risultato che possa finalmente dare continuità e fiducia all’ambiente e una in crisi ma alla ricerca di un risultato che possa segnare la svolta. Soprattutto in vista dei prossimi impegni: dopo il Toro, infatti, il Sassuolo sarà impegnato negli scontri diretti con Sampdoria e Spal, intervallati dalla sfida contro la Roma. Ma in che condizioni sarà il Sassuolo che sabato sera accoglierà Belotti e compagni?

Sassuolo, è crisi: la vittoria manca da oltre 2 mesi

Sarà una formazione, inutile dirlo, alla caccia sfrenata dei tre punti. La vittoria, infatti, manca da oltre due mesi, da quel 3-1 inflitto al Bologna lo scorso 8 novembre. Un digiuno nel quale i neroverdi hanno collezionato appena 3 pareggi e 4 sconfitte, tre delle quali nelle ultime 3 giornate di campionato. Numeri che basterebbero (e avanzerebbero) per far venire l’ansia da prestazione a qualunque squadra. Ma tra le fila della formazione di De Zerbi i dati allarmanti non si fermano ai risultati finali.

A destare particolare preoccupazione sono la difesa e la situazione Berardi. Ma andiamo per gradi. Al giro di boa della Serie A sono ben 34 i palloni recuperati in fondo alla porta di Consigli: un “bottino” che fa della difesa neroverde la terza peggior retroguardia del campionato dietro alla coppia Lecce-Genoa, entrambe con 38 reti incassate, e al Brescia (36). I problemi di gioco riscontrati nella trasferta contro l’Udinese (3-0 per i bianconeri), poi, non fanno che aggravare la situazione. Le acque continuano ad essere particolarmente agitate e per De Zerbi non sarà facile trovare la soluzione giusta per rimettere la sua squadra in carreggiata. Soprattutto se si considerano anche l’infermeria piena e lo stop forzato di Berardi.

Berardi, si tenta il ricorso. E la panchina di De Zerbi…

A proposito: è proprio su Berardi che il Sassuolo, in vista della sfida contro il Toro, sta tentando il tutto per tutto. Squalificato per due giornate per le frasi ingiuriose rivolte al guardialinee dopo la sfida contro il Genoa, l’attaccante neroverde spera nel ricorso presentato dalla società per tornare immediatamente a disposizione del tecnico. Un traguardo non semplice da raggiungere ma mai come in questo momento, per i modenesi, vale il detto che la speranza è l’ultima a morire. Soprattutto considerati i numeri: per il giocatore sono 8 reti in 14 presenze, per il Sassuolo è solo 1 il punto racimolato nelle 5 sfide disputate senza il numero 25 in campo. Se, come probabile, la squalifica venisse confermata, per De Zerbi sarebbe un ulteriore spina nel fianco da gestire.

Berardi, si attende l’esito del ricorso

Problemi finiti? Assolutamente no. All’infermeria piena, al gioco che non convince, ai risultati e alla squalifica di Berardi si aggiunge anche una panchina che traballa. In un campionato nel quale sono già molti gli allenatori che si sono visti esonerare, anche per De Zerbi i prossimi impegni potrebbero essere decisivi. A partire proprio dalla sfida contro il Torino: tornare alla vittoria davanti al pubblico di casa interromperebbe non solo la striscia di 3 Ko consecutivi e il lungo digiuno di due mesi ma permetterebbe alla formazione neroverde di affrontare con un po’ più di ottimismo e fiducia anche gli scontri diretti di cui si è parlato in precedenza. In caso contrario, in casa Sassuolo sarebbe davvero notte fonda e a pagarne le spese, ancora una volta, potrebbe essere il tecnico.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-01-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Ha…invece a noi non manca nessuno hee….

io
io
4 anni fa

ma noi siamo quelli che resuscitano anche i cadaveri putrefatti …..

Giudice Sportivo, Torino senza squalificati. Sassuolo senza Berardi

Locatelli: “Contro il Toro non sarà facile, hanno un grande allenatore”