Squadre in campo dalle 15 di sabato alle 20.30 di lunedì, in ben quattro fasce orarie diverse. Calcio d’inizio fissato per il 20 agosto

Che la tendenza della Lega di Serie A fosse quella di frazionare sempre di più i turni di campionato per aumentare gli introiti televisivi è cosa nota da tempo, ma dal 2018-2019 lo “spezzatino” sarà ancora più evidente. La domenica pomeriggio interamente dedicata al calcio da nord a sud sarà solo un ricordo lontano. Solo tre, infatti, le gare che si disputeranno alle 15 di domenica. Per il resto, la giornata sarà composta da ben tre anticipi al sabato: uno alle 15, uno alle 18 e uno alle 20.30 (orario che sostituisce quello delle 20.45). Il giorno seguente, oltre alle già citate sfide delle 15, verrà disputato l’ormai consueto lunch match delle 12.30. Poi spazio ai molti posticipi. Due le gare nella serata domenicale, una alle 18 e l’altra alle 20.30. Il turno si concluderà solo lunedì, con la sfida delle 20.30. Quattro fasce orarie previste su tre giorni, dunque, sul modello del campionato inglese. A beneficiarne saranno le pay tv e le piattaforme web che si aggiudicheranno i pacchetti per i diritti di trasmissione per il triennio 2018-2021. Le variazioni di orario coinvolgeranno anche i turni infrasettimanali che vedranno una gara disputarsi il martedì alle 21, sei il mercoledì alle 21, precedute dall’anticipo delle 19 ,e due il giovedì, una alle 19 e una alle 21.

Per quanto riguarda la prossima stagione, 2017/2018, la sosta invernale si uniformerà al modello britannico: nessuna pausa per Natale e Capodanno, due giornate si disputeranno il 23 e il 30 dicembre. Dopo il confermato turno dell’Epifania, le squadre torneranno in campo solo il 21 gennaio. Infine, uno sguardo alle date. Fischio d’inizio fissato per il 20 agosto (bocciata la proposta di Ventura di anticiparlo al 13 in vista della sfida alla Spagna). Tre i turni infrasettimanali, fissati per 20 settembre, 25 ottobre, 18 aprile. La Serie A terminerà il 20 maggio, per lasciare spazio ai Mondiali di Russia 2018.


14 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
leonardo (poppi1)
leonardo (poppi1)(@poppi1)
4 anni fa

Non ce ne erano già abbastanza di orari di merda……..tutto questo non ha senso…bravi,presto svuoterete gli stadi …una alle
3 di notte a quando?che vomito…dei veri geni…andate affanculo.

cerci68
cerci68(@cerci68)
4 anni fa

Ma cosa pensano che la gente vive solo X il calcio ?
Forse si lavora anche e si hanno dei famigliari
Che schifo

may
may(@may)
4 anni fa

Sarò onesto: a me non dispiace che a qualsiasi ora accenda la tv ci becco una partita.
C’ho 2 figli, l’orario perfetto per le partite per me sono le 3 del mattino!?

Samuele
Samuele(@vidharr)
4 anni fa
Reply to  may

Concordo. Almeno ho quasi sempre la domenica libera; la mia preferita è lunedì sera. E così riesco a guardare più partite.

Samuele
Samuele(@vidharr)
4 anni fa
Reply to  may

L’importante è sapere con congruo anticipo quando gioca il Toro, in modo da potersi organizzare.

Crotone, miracolo di Nicola: è salvezza! Retrocede l’Empoli

Giudice sportivo: Boyé salterà la prima giornata del prossimo campionato