Team Club 2015: 400 gol per i bambini del Regina Margherita

0

La presidente del Team Club 2015, Daniela Cappai: “Il giorno di Natale porteremo i regali ai bambini: il loro sorriso è la cosa più importante”

Il Torino e i bimbi del Regina Margherita hanno ormai da anni un legame indissolubile. Tante, tantissime, sono state le iniziative così come molte le visite dei giocatori, beniamini di molti dei piccoli ospiti dell’ospedale torinese, che almeno per qualche istante hanno fatto scordare la routine a loro e alle loro famiglie. Ma non sono solo i giocatori a muoversi per aiutare i più deboli. Questa volta, protagonisti di una splendida catena di solidarietà sono i ragazzi del “Team Club 2015”, una squadra composta da tifosi granata che da sempre mette in piedi eventi e iniziative per sostenere cause importanti come quella del Regina Margherita ma anche la lotta contro il cancro per cui hanno organizzato un evento insieme a Marco Ferrante o le iniziative organizzate in nome di Don Aldo o insieme alle vecchie glorie granata. Eventi spesso poco pubblicizzati, com’é nello stile di questi cuori granata, ma che tanto, tantissimo, hanno fatto e continuano a fare. E anche per questo Natale non fanno eccezione.

Toro, i tifosi per i bimbi del Regina Margherita: la sorpresa il giorno di Natale

Come ormai capita da tre anni, anche per questo Natale il Team Club 2015 ha organizzato una partita benefica tra tifosi grazie alla quale sono stati raccolti oltre 400 euro ma, ci assicura la presidente del gruppo Daniela Cappaiarriveranno anche altri soldi. E tutto sarà interamente devoluto ai bimbi del Regina Margherita. Non pubblicizziamo molto i nostri eventi, è vero, ma il fatto di essere un’organizzazione piccola ci  permette di non avere spese e quindi di poter devolvere l’intero incasso alle cause che seguiamo”.

Ed ecco che allora il pomeriggio di Natale arriverà la sorpresa: “Il pomeriggio del 25 dicembre una nostra delegazione si recherà all’ospedale per consegnare ai bambini tutti i regali che abbiamo acquistato con i soldi raccolti. Perché il giorno di Natale? Molte delle iniziative che vengono fatte, come quelle dei Babbo Natale, avvengono molto prima del 25 dicembre e quel giorno finisce che i bambini si sentono sempre un po’ soli. Ecco perché abbiamo deciso di fargli compagnia un paio d’ore proprio nel giorno di Natale. Non è facile vederli soffrire ma i loro sorrisi sono la cosa più bella e questa è la cosa più importante”.