Andreazzoli: “Il Toro non è solo una squadra fisica, 60 punti non si fanno per caso”

di Andrea Piva - 18 Maggio 2019

L’allenatore dell’Empoli, Aurelio Andreazzoli, presenta in conferenza stampa la partita di domani della sua squadra contro il Torino

Alla vigilia della partita con il Torino, l’allenatore dell’Empoli Aurelio Andreazzoli ha presentato così la partita: “Ho scoperto anche io lunedì che abbiamo il destino nelle nostre mani (con due vittorie l’Empoli sarebbe matematicamente salvo indipendentemente dai risultati delle altre, ndr), questa è una cosa importante. Non dipendiamo da nessuno. Domani è una tappa delle ultime due che rimangano e ora ci concentriamo su questa. Il Toro ha 60 punti e se conquisti 60 punti nel campionato italiano qualcosa significa, abbiamo solo un risultato a disposizione e il Torino in trasferta è la squadra che ha perso meno. Non è semplice ma a noi le cose semplici non piacciono. Ma domani giochiamo a casa nostra e in casa abbiamo visto che c’è chi ci da una mano (il riferimento è ai tifosi, ndr)”.

Andreazzoli: “Fisicamente non siamo al top, ma non importa”

Andreazzoli ha poi parlato della condizione della sua squadra: “Quando fai tutto il possibile non puoi poi recriminare su nulla, noi speriamo di essere soddisfatti al 100%, sia dal punto di vista della prestazione che del risultato. Mentalmente siamo sempre stati bene, anche quando era molto difficile avere un controllo mentale di un certo tipo. Sotto l’aspetto fisico non siamo al top ma non ha importanza: superiamo ogni ostacolo, chi ha dolori li sopporterà, chi ha avuto problemi in settimana li supererà. La posta in palio è troppo grande”.

Andreazzoli: “Sappiamo quali sono le caratteristiche del Torino”

Poi il tecnico dell’Empoli ha parlato del Torino: “Le squadre in serie A sono tutte difficili da affrontare, sono tutte pericolose. Gli aspetti particolari che ogni squadra ha vanno considerati di volta in volta, quelli del Torino ci preoccupano: sappiamo che affrontiamo una squadra molto fisica ma è anche una squadra che ha anche altre armi, è una di quelle che cerca il maggior numero di dribbling. Noi sappiamo quali sono le loro caratterisitche così come loro conoscono le nostre. Se penso che Belotti e Zaza giocheranno insieme dall’inizio? Non lo so, siamo pronti a qualsiasi soluzione”.

Infine, Andreazzoli ha parlato del tipo di partita che sarà quella di domani: “Né noi né il Toro possiamo fare calcoli, ogni squadra cercherà di dare il massimo. Poi dipende anche dagli avversari, da ciò che ti permetteranno di fare. La gara potrà essere aperta: uno schiaffo lo daranno loro, uno schiaffo lo daremo noi, poi vedremo alla fine”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Rob Ocop
Utente
Rob Ocop

“Uno schiaffo lo daranno loro un schiaffo lo daremo noi ” e cos’è una partita o un western spaghetti ?

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Ma cosa dici…è tutto solo cuxo….fatti x caso…un’altro che di calcio..nada….

Vegeta
Utente
Vegeta

A questo punto della stagione può succedere di tutto… spero che i ragazzi rimangono sul pezzo; l’Europa se la meritano