Ansaldi: “La classifica non l’ho vista, dobbiamo continuare a vincere”

2
Torino-Genoa 2-1: Cristian Ansaldi
Cristian Ansaldi of Torino FC in action during the Serie A football match between Torino FC and Genoa CFC.

Al termine di Torino-Genoa, Cristian Ansaldi, autore del gol dell’1-1, ha commentato in zona mista la vittoria della sua squadra

“Il mio gol è arrivato nel momento giusto per alzare la testa e continuare a lottare”. Con queste parole ha esordito Cristian Ansaldi in zona mista commentando la vittoria ottenuta dal Torino contro il Genoa, vittoria arrivata anche grazie al gol dell’argentino. “Loro hanno calciato una sola volta e hanno fatto gol. La classifica non l’abbiamo vista, ma dobbiamo continuare a vincere. Sono molto felice non solo per il gol, ma per essere tornato ad aiutare la squadra. La rete la dedico a mia moglie e ai miei bambini e a tutta la mia famiglia, poi questa settimana è arrivata la zia di mia moglie che mi aveva predetto il gol”.

Ansaldi: “Mazzarri è importante per noi”

Ansaldi ha poi avuto anche un pensiero per Mazzarri, tornato quest’oggi in panchina: “Il rientro di Mazzarri è importante per tutti noi, quando lui parla siamo sempre tutti molto attenti nell’ascoltarlo. Lui e Frustalupi sono molto forti”.

Sul tridente: “Se la squadra può reggere il tridente? Direi di sì, per noi è importante alzare la testa, crossare e sapere che ci sono loro in area. Belotti e Zaza sono due veri numeri 9, Simone vuole sempre fare gol, oggi non ce l’ha fatta ma deve continuare così. Cosa ha i più questo Toro rispetto a quello dello scorso anno? Non lo so, come detto prima noi dobbiamo continuare a vincere perché adesso siamo sesti ma la classifica è corta”.

più nuovi più vecchi
Notificami
bmarco
Utente
bmarco

Non guarda la classifica, ma sa che siamo sesti, glielo avrà predetto la zia…

esulegranata
Utente
esulegranata

Non guarda la classifica, non sa che differenza passa tra la squadra di quest’anno e quella dell’anno precedente, si fa predire il futuro dalla zia. Al Torino FC la motivazione e la volontà regnano sovrane.