Calori: “Torino-Trapani partita di cartello, quanta soddisfazione giocarla!”

0

L’allenatore dei siciliani Calori alla vigilia di Torino-Trapani: “Non andiamo ad aspettare di perdere male, cercheremo di fare la nostra figura”

Alessandro Calori è concentrato e carico in vista di Torino-Trapani. Il tecnico dei siciliani è molto contento all’idea di giocare una sfida come quella di domani in Coppa Italia (appuntamento al “Grande Torino” alle 21.15): “È una gara di prestigio e cartello” dice Calori, “sarà una grande soddisfazione disputarla. Ma non andremo lì solo per aspettarli e poi perdere male, cercheremo di far la nostra figura: è un’occasione per crescere, affrontando una squadra di categoria superiore. Cosa ci servirà? Mentalità e coraggio, anche perché il Toro ha elementi di grande qualità come Belotti, Ljajic, Falque, Zappacosta, Barreca. Non dobbiamo vedere i nomi, sono tutti importanti“. Per il Trapani, quella di domani sarà “una prova per capire che per fare qualcosa di straordinario sono necessari passaggi anche come questi. Andremo lì con coraggio, per fare il nostro tipo di gioco. E crescere in personalità“.

Calori prima di Torino-Trapani: “C’è pesantezza nelle gambe, ma anche motivazione”

L’allenatore del Trapani, Calori, continua poi a raccontare le sue sensazioni alla vigilia di Torino-Trapani: “Abbiamo lavorato per un mese, siamo stati lontani da tutto. Abbiamo faticato molto, c’è pesantezza ma anche la motivaizone di affrontare una partita bella da vivere e da giocare. Sarà importante riuscire a gestire la voglia di strafare: il Toro è una squadra di A, se concedi una o due opportunità il gol te lo fa. È questa la differenza tra le categorie. Dobbiamo fare in modo che possano gestire la palla il meno possibile. Non giochiamo contro un diavolo, ma contro una squadra. Di A, certo, ma pur sempre una squadra. Non è spavalderia, ci vuole il giusto coraggio per sfidarla“.

Condividi