Conte, la conferenza stampa dopo Inter-Torino 4-2

Conte: “Sono contento ma ci manca ancora la voglia di vincere”

di Giulia Abbate - 22 Novembre 2020

La conferenza stampa del tecnico dell’Inter Antonio Conte dopo la vittoria casalinga contro il Torino per 4-2

E’ soddisfatto ma non fino in fondo Antonio Conte che commenta così la prestazione della sua Inter: “Da parte nostra l’approccio non è stato dei migliori, dovevamo essere più determinati, come lo è stato il Torino. Capisco le difficoltà quando si torna dalle Nazionali di riattaccare subito la spina. Si sono viste le difficoltà nella partita post Nazionale e da questo punto di vista siamo mancati. Con un atteggiamento con poca cattiveria, poco furore. C’è però da fare i complimenti ai ragazzi: il 2-0 avrebbe ammazzato chiunque e invece abbiamo dimostrato che abbiamo qualcosa di importante dal punto di vista caratteriale. Anche io devo essere bravo a tirare fuori tutto questo. Però sono contento, siamo riusciti a fare 4 gol, potevamo farne qualcuno in più, ma ne abbiamo anche subiti 2

Conte: “Deve servire da lezione”

Poi continua: “Ho la percezione che dobbiamo lavorare, alzare il livello di attenzione e di furore agonistico. Rispetto a come abbiamo finito lo scorso anno abbiamo perso da questo punto di vista. Dovremo essere bravi a ritrovarci. I giocatori sanno che ci devono mettere tutto: testa, cuore e alla fine le gambe. Mi auguro che serva per il futuro: se vogliamo qualcosa dobbiamo andare a cercarcelo ed essere pronti a sporcarci“.

La prima parte non mi è piaciuta, poi abbiamo capito: mi auguro che sera da lezione. Noi dobbiamo fare, lavorare, scavare per terra, cercare di far trovare il campo in salita agli avversari. E tante volte questo non è arrivato o è arrivato tardi. Al di là della qualità se non ci metti qualcosa di tuo personale diventa difficile”.

Il tecnico dell’Inter: “Gli avversari devono sentire la nostra voglia di vincere”

Il tecnico dell’Inter analizza poi la questione caratteriale partendo dalle parole di Lukaku nel post partita: “Io penso che Lukaku come tutti gli altri siano ragazzi intelligenti che anche nelle difficoltà fanno delle valutazioni. Sono contento che Romelu abbia fatto questa considerazione: quando sento che vengono enfatizzate situazioni da cui credo siamo ancora lontani mi si drizzano i peli. Mi dispiace se qualcuno va dietro a queste sirene ammalianti. Noi dobbiamo rendere il terreno in salita agli avversari: allora lì potremo parlare di risultati raggiunti. Dobbiamo abbinare la tecnica al furore, alla voglia di vincere che gli avversari devono sentire già prima dell’inizio della partita, nel tunnel degli spogliatoi. Questo è un gruppo sano, fatto di ragazzi intelligenti che però hanno ancora bisogno di capire e il fatto che Lukaku abbia fatto certe dichiarazioni mi trova totalmente d’accordo”.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T
T
5 giorni fa

Noi invece ne abbiamo da vendere…