Le dichiarazioni di Filippo Inzaghi nella conferenza stampa di presentazione di Benevento-Torino, valida per la 19^ giornata di Serie A

Dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Atalanta e Crotone, è di nuovo tempo di calcio per il Benevento, che affronterà il Torino alle ore 20.45 di domani, venerdì 22 gennaio. Inzaghi, che dovrà valutare le numerose assenze che affliggono l’organico giallorosso commenta così il momento e la sfida: “Iago Falque non può giocare dla primo minto. É stato fuori per tanto tempo. Ha la condizione di qualche allenamento, quinid potrà darci una mano come ha fatto a Crotone. Insigne valuteremo domani mattina se può giocare dall’inizio. Oggi sta molto meglio ma c’è ancora un allenamento domani mattina. Se starà bene deciderò se utilizzarlo perchè ha perso questi 4-5 allenamenti. In quella posizione possiamo mettere sia Tello che Improta, non ci snatureremo. Al massimo gicoheremo con un attaccante con caratteristiche diverse, ma che può fare quel ruolo. Tello può fare quel ruolo come Improta. Lo hanno già fatto. Possono fare bene. Vediamo come risponde domani mattina Insigne, se no uno di loro due in alto come attaccante esterno di destra. “.

Inzaghi: “Caldirola? Grande disponibilità. Averlo pronto per il seocndo tempo è importante”

Continua poi sulla formazione: “Centrocampo? Vediamo domani mattina al di là di Crotone. Dobbiamo cercare di recueprare al meglio. Lì abbiamo perso una partita, ma abbiamo fatto la gara. Io mi preoccupo quando la squadra costruisce poco. A Crotone abbiamo creato molto, abbiamo fatto la nostra partita. Siamo stati molto sfortunati negli episodi. Potetvamo essere un po’ più scaltri. La squadra c’è e se continua a produrre, creare, non mi preoccupa. Domani mattina avrò un altro allenamento. C’è anche Viola in più, in grande crescita, che è pronto. Anche lui può essere d’aiuto. Caldirola? Dobbiamo ringraziarlo. Ha recuperato 3 settimane prima. Non è ancora pronto a giocare dal 1′, ma mi piacerebbe che lo fosse. É in anticipo di 20 giorni. Ha dato grande disponibilità. Per metterlo dentro lo voglio al meglio delle condizioni. Ad inizio settimana ha avuto qualche dolorino, com’è normale da uno che recupera da un’operazione così impegnativa, com’è stata la sua. Averlo pronto per il secondo tempo è già molto importante perchè ha stretto i denti e ha lavorato tanto per poter essere disponibile.

Il tecnico del Benevento: “Affrontiamo una squadra impegnativa domani”

Sulla difesa e il Toro: “Difesa a 3? Caldirola non può partire dal primo minuto. Non possiamo snaturarci, dobbiamo andare avanti su quello che abbiamo fatto fino ad adesso. Abbiamo un’ottima classifica. Abbiamo fatto ottime partite. Affrontiamo una squadra molto impegnativa, che non può essere considerata nostra concorrente. Il Torino ha valori da Europa League ed il centravanti della Nazionale, oltre a tanti gicoatori importanti. Giochiamo in casa, abbiamo voglia di riprendere subito il cammino interrotto. La partita di Crotone ci brucia ancora molto per cui sono convinto che la squadra farà una grande prova ed avrà modo di riscattarsi subito.

Sugli infortuni: “Covid e infortuni? Siamo stati fortunati fino ad ora sul virus. La sfortuna è stata di aver perso Letizia e Schiattarella al meglio della loro carriera. Al di là di noi che abbiamo i sostituti, che abbiamo semrpe fatto a meno di qualsiasi giocatore, a me dispiace soprattutto per questi giocatori, che avevano riconquistato la serie A giocando da protagonisti. Prima gli infortuni e poi il Covid ce ne hanno privati. Schiattarella tornerà la prossima settimana. Per Letizia è diverso, i tempi sono lunghi perchè è stato un brutto infortunio. Il Covid può condizionare qualsiasi squadra. Lo sapevamo dall’inizio, non deve essere una scusa. Noi abbiamo una rosa competittiva. Non abbiamo mai fatto sentire l’assenza di nesusn giocatore. Dobbiamo ripartire da questo.“.

Inzaghi: “Il cambio allenatore favorisce il Toro. Mi dispiace per Giampaolo”

Sul mercato: “Mercato? Normale che le squadre che lottano per non retrocedere si rafforzino. Il Benevento farà quello che ha semrpe fatto. Questo gruppo ha dato tantissimo in questo anno e mezzo e va salvaguardato. Io e la società abbiamo le idee chiare. La società non si farà trovare impreparata come ha sempre fatto. Sono molto fiducioso. Io penso alla partita di domani, molto difficile e complicata.

Sull’arrivo di Nicola in granata: “Cambio allenatore? É un vantaggio per loro. I gocatori proveranno a dimostrare quel qualcosa in più. Mi dispiace per Giampaolo, è un amico. Lo considero uno dei migliori allenatori del campioanto italiano, per cui mi dispaice quello che è successo. Faccio un in bocca al lupo per Nicola, che in questi anni ha fatto molto bene. Il cambio non ci agevola il cambio ma non deve essere una scusa. Giochiamo in casa senza pubblico, ma vogliamo tornare a fare risultato per la nostra classifica. Domani si schiude un girone d’andata che è stato fatto molto bene e mi piacerebbe chiuderlo nel modo giusto.

Sull’andamento nel 2021: “Solo 3 punti nel 2021. Come tornare a correre? Rendendosi conto che questa è la Serie A. Il Benevento deve vivere i momenti positivi e negativi con la stessa serenità di sempre. Da un giorno all’alltro si passa dalla squadra che retrocede sicura a quella che va in Europa League. Ci vuole un po’ di eqduilibrio. Per salvarsi serve un’impresa e dobbiamo rendercene conto tutti. Chi lotta con noi sono squadre importanti. Il Benevento deve fare l’enneima impresa, come l’anno scorso. Dovremo rimboccarci le maniche. Ogni partita sarà una battaglia. Dobbiamo lottare per vincere il nsotro scudetto alla fine. Tutti devono capire che per salvarsi bisognerà fare qualcosa di incredibile.

Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 21-01-2021


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68 (@toroxever)
10 mesi fa

Se un risultato è stato raggiunto in 15 anni di presidenza cairo è stato certo quello di vederci presi per il culo ormai stabilmente da tutti, big, neopromosse e pericolanti.

esulegranata
esulegranata (@cesarcam)
10 mesi fa

Ormai è la scaramantica frase che ritualmente ogni allenatore avversario utilizza, considerandola legittimamente beneaugurante. Tutte le volte che ci hanno definiti “ottima squadra”, “toro da E.L.”, “club con giocatori di alto livello” siamo stati messi sotto. Inzaghi ci spera, in fondo tentar non nuoce.

ASIC
ASIC (@asic)
10 mesi fa
Reply to  esulegranata

praticamente ci pigliano per il culo tutti

Agoumè: “Questo pareggio è come una vittoria. Dedicato anche a Vignali”

Nicola tentato da Zaza: la probabile formazione del Toro