Mazzarri con il dubbio Sirigu. Contro la Lazio torna il 3-5-2

0
Sirigu Torino
Salvatore Sirigu of Torino FC in action during the Serie A football match between Torino FC and SSC Napoli.

La probabile formazione del Torino contro la Lazio / Mazzarri pronto ad accantonare il tridente, torna Meité. Sirigu favorito su Rosati

Le certezze di Torino-Empoli sono un tesoro da assimilare e archiviare in fretta, perché davanti c’è subito lo scoglio Lazio e poi il mare misterioso delle vacanze di inizio 2019, che per Mazzarri è lo spettro terrificante da allontanare con vigore dagli occhi dei suoi giocatori. All’Olimpico romano servirà concentrazione e toccherà dimostrare maturità, pena la furia di WM: “Non voglio che si sbagli questo: mi arrabbierei tanto”. Il monito lanciato in conferenza stampa è piuttosto chiaro: impegno e dedizione fino all’ultimo, fino al 95′ di una partita “terribile”, per dirla con Mazzarri. Riguardo alla formazione i punti fermi appaiono più come boe sospese nel mare di cui già sopra. A parte Meité e Djidji, pronti a rientrare dal primo minuto – “due regali di inizio anno” che il tecnico ha voluto lasciare ai giornalisti -, il resto è un’incognita.

Torino, incognita portiere: Sirigu più avanti di Ichazo. E Rosati…

A partire dal portiere: Sirigu è rientrato nei convocati ma non è al 100% e lo stesso dicasi per Ichazo, fermato dal problema muscolare patito nel boxing day. “Per fortuna abbiamo Rosati che è affidabile”, si consola Mazzarri. Solo nella mattinata di sabato, infatti, si potranno sciogliere i dubbi: il portierone titolare è più avanti nel recupero e potrebbe farcela, ma si deciderà dopo un confronto tra il tecnico, il preparatore Di Sarno e lo staff medico. In caso di ulteriore forfait di Sirigu dovrebbe essere proprio Rosati ad andare tra i pali. Dietro, ad ogni modo, Moretti lascerà nuovamente spazio a Djidji che agirà in trio con Izzo e Nkoulou.

Lazio-Torino, la probabile formazione dei granata

L’altro punto interrogativo è il tridente. “Servirà equilibrio, al di là dei moduli”, il pensiero di Mazzarri, che però ha palesato la necessità di dover contare su una mediana robusta. Si legge in questo senso il rientro del muscolare Meité, a riposo contro l’Empoli. A lasciare il posto al francese dovrebbe essere Simone Zaza: in tal caso tornerebbe il 3-5-2, con Rincon e Baselli – il sacrificabile nello scenario, remoto, di una conferma del 3-4-1-2 visto all’opera contro i toscani – a far compagnia all’ex Monaco, De Silvestri e Ansaldi (in ballottaggio con Ola Aina) sulle corsie e la coppia Falque-Belotti di punta.

Probabile formazione Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Falque, Belotti. A disp. Rosati, Aina, Bremer, Lyanco, Moretti, Berenguer, Lukic, Parigini, Soriano, Damascan, Edera, Zaza. All. Mazzarri