Longo presenta in conferenza stampa Torino-Parma

Longo presenta Torino-Parma: “La testa conta più delle gambe”

di Giulia Abbate - 19 Giugno 2020

Il tecnico del Torino Moreno Longo presenta la sfida contro il Parma: “Il dispiacere più grande e non avere i nostri tifosi al nostro fianco”

Il tecnico del Torino Moreno Longo ha presentato la sfida di domani contro il Parma in conferenza stampa. Un momento per fare il punto sulla situazione del calcio, del suo Torino e anche della necessità di giocare a porte chiuse: “Mi ha fatto venire in mente la partita che abbiamo giocato con il Frosinone l’anno scorso contro il Bologna a porte chiuse qui al grande Torino. Una partita atipica nel vuoto dello stadio, diversa dalle altre. Anche perchè penso che il calcio sia della gente, dei tifosi. E qui a Torino lo sappiamo bene perchè abbiamo una tifoseria che sa essere un valore aggiunto per noi. E questo è il dispiacere più grande che possa esserci in una partita del genere: non avere i nostri tifosi al nostro fianco”.

Longo: “Solo giocando si troverà il ritmo dei 90 minuti”

Poi, sullo stato di salute della sua squadra dopo 3 mesi di stop: “Mancanza di sprint significa per me non avere magari i 90 minuti nelle gambe ma questa è una situazione atipica un po’ per tutte le squadre. Se in una situazione normale si sta fermi un mese, e non del tutto visto che i giocatori durante l’estate qualcosa fanno sempre, e poi si riesce a fare 7/8 amichevoli prima dell’inizio del campionato, adesso dopo 3 mesi ci ritroviamo a ripartire senza aver fatto amichevoli. Solo giocando si troverà il ritmo dei 90 minuti. E quindi ci saranno dei momenti dove la testa conterà più delle gambe. Quando non ci sarà birra a sufficienza nelle gambe servirà l’attenzione giusta per rimanere squadra, rimanere compatti anche nei momenti in cui questo non può avvenire”.

E sul Parma: “Sento dire spesso che è una squadra che gioca di ripartenza. Io invece credo che sia una squadra che negli ultimi anni, già a partire dall’anno scorso, è evoluta molto. Una squadra capace di costruire anche gioco dal basso, che porta 6/7 uomini oltre la linea della palla in fase di costruzione. Ho trovato una squadra molto migliorata in questo quindi da parte nostra ci vorrà massima attenzione. Ci siamo preparati sia lavorando a 3 dietro che a 4 perchè bisognerà essere anche un po’ camaleontici in questo. Se ci sarà bisogno di cambiare dovremo farci trovare pronti in questo”.

Il tecnico del Torino: “Zaza e Belotti? Sono due giocatori importanti”

Prima di chiudere c’è anche tempo per una piccola riflessione su Zaza e Bellotti e sulla possibilità di vederli in campo insieme contro il Parma: “E’ una risposta che non posso darvi per rispetto dei miei giocatori. La formazione non la do il giorno prima soprattutto non prima di altri due allenamenti che ci saranno tra oggi e domani mattina. Sono due giocatori importanti per noi e siamo contentissimi di averli a disposizione. Credo che possano giocare o dal primo minuto o a partita in corso e quindi valuteremo di partita in partita. Poi è normale che dentro di me so già cosa farò in questa gara”.

Moreno Longo allenamento
Moreno Longo allenamento