Longo: "E' stata la mia ultima partita. Qualcuno non si è reso conto del pericolo" - Toro.it

Longo: “E’ stata la mia ultima partita. Qualcuno non si è reso conto del pericolo”

di Veronica Guariso - 2 Agosto 2020

Le parole di Moreno Longo, tecnico granata, dopo Bologna-Torino, terminata con un pareggio grazie alle reti di Svanberg e Zaza

A termine del match tra Bologna e Torino, terminato in pareggio, Moreno Longo fa il punto della situazione: “Bilancio molto positivo. La situazione era complicatissima. Forse c’è chi non si è reso conto del pericolo che abbiamo corso. Dall’interno però abbiamo percepito grande preoccupazione per il raggiungimento di un obiettivo che non era scontato. Non posso non valorizzare questo risultato che è la salvezza raggiunta, un risultato che permette a questa società di poter riprogrammare il futuro dalla Serie A”. Sicuramente quando sono arrivato qui, l’Europa era nella mia testa e di tutto lo staff. Poi abbiamo preso atto della situazione e di quel che c’era da fare, abbiamo preso atto del fatto che l’obiettivo non poteva che essere la salvezza.“, queste le parole di Longo ai microfoni di Torino Channel.

Il tecnico del Toro: “Senza lockdown e con un settimana in più avremmo potuto fare di più”

“La salvezza si raggiunge facendo punti in modo sporco, con pragmatismo e cattiveria, vincendo gli scontri diretti, facendo bene sulle palle inattive.” continua il tecnico granata: “La rosa non era molto lunga quindi abbiamo scelto appositamente di rinunciare a giocatori importanti in match di un certo livello per preservare le forze e puntare sulle partite che non potevamo non vincere. Forse, non ci fosse stato il lockdown, anche solo con una settimana di lavoro in più avremmo potuto fare meglio, da ogni punto di vista, ma così non è stato e, visto il format, abbiamo dovuto concentrarci più che altro sul lavoro mentale da fare con una squadra che aveva smesso di combattere“.

Longo: “Non è stato semplice il finale di campionato”

Sulla partita col Bologna dice: “Non c’era nulla in palio ma ci tenevamo a chiudere al meglio. Non è stato semplice il finale di campionato e abbiamo raggiunto l’obiettivo. Celesia? Sono contento per avergli dato modo di realizzare questo sogno. Ha buone prospettive. Bisognerà aiutare il suo percorso di crescita per farlo diventare un giocatore di livello. Avrei voluto dargli qualche minuto in più, ma volevamo chiudere bene e la partita è rimasta in bilico fino alla fine. Questa è stata la mia ultima partita. Ci tengo a ringraziare chi mi ha dato l’opportunità di arrivare a Torino. Ringrazio i ragazzi, lo staff perchè insieme abbiamo fatto qualcosa che può essere solo apprezzato nel tempo.

33 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

Preso, usato e buttato nel cesso. Bisogna tenere conto anche del fatto, che oltre ad aver preso le rovine di una squadra, ha giocato ogni tre giorni con la rosa più risicata del campionato. Spero che qualche società creda in te, che tu faccia bene e che, magari un giorno,… Leggi il resto »

Last edited 1 mese fa by ardi06
granata13
granata13
1 mese fa

Grazie grazie e di nuovo grazie per vari motivi..il primo averci salvato da un sonno profondo che ci portava dritto in b, non so come si faccia a dire il minimo sindacale, credo il max tu potessi ottenere..poi il gioco..ma quale gioco visto che praticamente non li hai mai potuti… Leggi il resto »

Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)
1 mese fa

Piuttosto ho la netta sensazione che di fronte ai professionisti più scafati difetti di carisma, dote può solo arrivare solo con l’esperienza, se arriva. In genere è già insita dalla nascita. Ed è importantissima in questi ambienti.

Last edited 1 mese fa by Lewishenry - #conCairononmiabbono (neancheasky)