Le parole del tecnico del Cagliari nella conferenza stampa di presentazione di Torino-Cagliari: “Sarà un bel test per noi”

Il tecnico del Cagliari Maran ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani contro il Torino: “Incontriamo una squadra che ha trovato la sua quadratura, terza nel girone di ritorno dopo Juventus e Atalanta e che ha subito meno gol nel 2019. Inoltre, ha ottenuto nelle ultime 7 partite casalinghe ben 18 punti su 21. Dall’altra parte ci sarà un Cagliari che vuole continuare a spingere sull’acceleratore, consapevole che è un bel test per noi e dovremo metterci tanta personalità: però i test più sono impegnativi, più sono stuzzicanti. I granata stanno ottenendo tutti questi ottimi risultati non per caso: hanno costruito una squadra forte sia sul piano tecnico che su quello fisico. Dovremo essere bravi a reggere l’impatto fisico“.

Maran: “Siamo migliorati, ora dobbiamo confermarci”

Rolando Maran ha poi analizzato il momento del suo Cagliari: ” La gara della settimana scorsa nascondeva mille insidie: la Spal era reduce da tre vittorie consecutive, era in salute, dunque alcuni aspetti psicologici potevano influire. Infatti dopo il loro gol abbiamo subito una specie di contraccolpo psicologico. D’altro canto abbiamo mantenuto la lucidità, senza farci prendere dall’ansia. Una delle nostre prove migliori sotto il profilo della capacità di lettura: lo ripeto sempre ai ragazzi, dentro una partita si nascondono almeno altre tre-quattro partite e dobbiamo saperle interpretare tutte, sfruttando i momenti favorevoli, altrimenti si rischia di rovinare tutto.

Era un nostro difetto all’inizio del campionato, strada facendo siamo migliorati, ora dobbiamo confermarci. Le squadre compiono un percorso: noi a volte siamo incappati in un paio di prestazioni storte, ma ci sono servite per crescere così come le vittorie sono state utili ad esaltarci. Certi meccanismi non sono automatici: di sicuro sin dalle prime fasi del campionato siamo andati a giocarcela con tutti

Maran: “Concentrati sull’obiettivo salvezza”

E sugli obiettivi stagionali: “Abbiamo lavorato bene in settimana, i ragazzi sono concentrati sull’obiettivo della salvezza, che dobbiamo ancora raggiungere. Siamo riusciti a venire fuori da un periodo difficile e questo ci ha dato la consapevolezza di quello che deve essere il nostro campionato: non era affatto scontato. Le motivazioni sono a mille, dietro stanno correndo quindi non è finita: dobbiamo metterci il massimo impegno, al di là del fatto di avere un buon margine di vantaggio”.

I gol? È importante essere riusciti a trovare la via del gol con altri giocatori, oltre a Pavoletti. Siamo riusciti a sfruttare anche le palle inattive e ad arrivare in porta attraverso il gioco: questo è calcio, si vive di situazioni e siamo stati bravi a portarle dalla nostra parte

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 13-04-2019


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fausto65
Fausto65
2 anni fa

Premettendo che quando perde la giuve a me sta sempre più che bene e che la Spal mi è anche simpatica, ma le mer.de oggi hanno falsato la lotta per non retrocedere, mancando di rispetto alle altre squadre che lottano per la sopravvivenza in serie A. A questo punto mi… Leggi il resto »

gabbo
gabbo
2 anni fa
Reply to  Fausto65

hai perfettamente ragione bisognerebbe lasciare lo stadio vuoto quando giocano i gobbi marci

urto (andrea)
urto (andrea)
2 anni fa
Reply to  Fausto65

avranno messo gli occhi su qualche giocatore che potrebbe tornare loro utile…

rotor
rotor
2 anni fa

Gran pomeriggio la Gobba al Mazza di Ferrara ha preso la mazzata,ah,ah…

gabbo
gabbo
2 anni fa
Reply to  rotor

vabbè c’era mezza juve B in campo, non hanno fatto sta grande impresa…

T
T
2 anni fa
Reply to  rotor

Speriamo si faccia il bis martedì

rotor
rotor
2 anni fa

Grande Bonifazi che ha segnato oggi alla Juve nella Spal,seppur segato da Walter in favore di Dijdij, che fa’ tre cappellate da brividi a partita.Maran, ma che cavolo dice, quando nella sua squadra Barella fa interventi Killer e parla di noi come squadra fisica.

I convocati di Torino-Cagliari: c’è Damascan ma nessun Primavera

Toro, è il momento di Zaza. Berenguer favorito su Parigini