Il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, presenta la sfida di sabato 31 marzo, Cagliari-Torino, nella consueta conferenza stampa della vigilia

Dopo quattro sconfitte di fila e in mezzo la pausa per le Nazionali, il Torino torna in campo sabato 31 marzo. Cagliari-Torino è la gara che la squadra di Mazzarri non può sbagliare: il tecnico, in conferenza stampa, presenterà a breve la sfida in terra sarda. I granata non avranno a disposizione i lungodegenti Lyanco e Molinaro, mentre hanno recuperato in extremis De Silvestri. L’allenamento mattutino, quello di rifinitura, chiarirà gli ultimi dubbi. “Abbiamo visto come ci ha affrontato il Verona, dobbiamo quindi farci trovare preparati a fare una partita diverse dalle ultime dove non siamo riusciti a fare punti. Nelle prime partite, dove abbiamo  fatto risultati, qualcosina avevamo cambiato. Oggi nel calcio tutti sanno tutto di tutti, in queste due settimane abbiamo fatto qualcosa di diverso avendo anche più tempo, nella rifinitura di oggi deciderò il modulo e i giocatori con cui giocheremo domani. Dobbiamo essere anche in grado di cambiare in corso”.

Mazzarri in conferenza stampa ricorda Mondonico

Walter Mazzarri ha poi ricordato Emiliano Mondonico. “Mondonico? Era un grande allenatore, ha fatto la storia del Torino e ha portato qua l’ultimo trofeo. Siamo tutti addolorati da questa scomparsa, in questo mese purtroppo ci hanno lasciato troppi uomini di spessore e Mondonico è uno di questi. Era di una generazione precedente alla mia e più che sul campo ci siamo incontrati quando lui faceva l’opinionista: anche dal modo che aveva di porre le domande, si capiva che persone era e il fatto che fosse un grande intenditore di calcio”.

Mazzarri, la conferenza stampa: il tecnico torna sul Cagliari

Dopo aver ricordato Emiliano Mondonico, Walter Mazzarri è tornato a parlare della partita di domani contro il Cagliari. “I motivi di questo periodo negativo? Ci sono tante le cause, tante le considerazioni che io e i miei collaboratori abbiamo fatto in questi giorni per fare meglio in queste ultime dieci partite”. Poi sui singoli giocatori. “De Silvestri? Ieri si è allenato bene, penso che sarà a disposizione. Lyanco invece starà fuori ancora per un po’. I Nazionali? Belotti ha fatto un allenamento in più rispetto agli altri, mi sembra in buona forma. Oggi deciderò se impiegare i vari giocatori che erano impegnati con le nazionali”.

Mazzarri ha poi parlato in maniera più approfondita della situazione della sua squadra e dei singoli giocatori. “Quando parlo con i giocatori sembra che non ci siano problematiche a livello mentale, la domenica invece abbiamo dei cali di concentrazione. A volte ci vuole un risultato per ripartire, contro la Fiorentina dopo l’1-1 avevo la sensazione che potessimo addirittura vincere invece abbiamo perso. C’è stato un po’ di contraccolpo ma è normale. Abbiamo lavorato tanto in questi giorni, spero di vedere una partita diversa domani”.

Sulla possibile formazione che giocherà domani ha invece detto: Nel calcio si gioca in quattordici, è importante anche chi entra dalla panchina, noi abbiamo bisogno di fare bene in queste ultime dieci partite.  Bonifazi non l’ho mai avuto molto a disposizione per via degli infortuni e questo finora l’ha penalizzato”. Infine Mazzarri ha parlato di Belotti. “Belotti? L’ho visto carico, motivato, dispiaciuto per il momento del Torino ma è molto carico e voglioso. Rispetto agli altri nazionali è arrivato anche un giorno prima. Poi il campo parlerà, ma a livello di approccio tra due persone l’ho visto bene. In questo momento però bisogna parlare sul campo più che a parole”.

 


33 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Bischero
Bischero
4 anni fa

Forza mister…. Dobbiamo iniziare il cambiamento per non perdere tempo. Subito difesa a tre con Bonifazi barreca che devono giocare per mettere minuti nelle gambe.

Brauluis
Brauluis
4 anni fa

È disperato, come il resto della Banda Bassotti

Valentino
Valentino
4 anni fa

Lascia stare il Mondo e pensa a leccare le terga presidenziali.

Cagliari, Lopez: “Il Torino ha l’esperienza per affrontare le difficoltà. Mondonico? Una grande persona”

Cagliari-Torino, i convocati: Mazzarri senza Milinkovic-Savic, chiamato Coppola