Le parole in conferenza stampa di Davide Nicola, alla vigilia di Torino-Napoli, in programma lunedì 26 aprile alle ore 18.30

Davide Nicola interviene in conferenza stampa per presentare la sfida che il suo Torino giocherà contro il Napoli, nel posticipo di Serie A di lunedì 26 aprile (calcio d’inizio ore 18.30). “Se gli azzurri sono gli avversari peggiori in questo momento? Dobbiamo scendere dal cavallo e andare alla baionetta. L’insegnamento che ho ricevuto dalla mia famiglia è che con l’impegno si può influenzare il futuro. E’ un piacere se mi paragonate a Gattuso, nei suoi confronti ho stima e simpatia: la grinta e la voglia di non mollare mai ci accomunano. Certe squadre non vanno solo attaccate ma anche contenute, fa parte del gioco. Dobbiamo fare il nostro gioco e rispettare l’avversario, dovremo avere tanto equilibrio”. Il Toro ha spesso dovuto inseguire gli avversari, segnando per primo solo in due occasioni: “Ma quanto è importante dimostrare di reagire? I ragazzi stanno dimostrando carattere, gli eventi non devono caratterizzare il nostro umore. Vogliamo combattere fino alla fine, ci può stare che inizialmente si prenda gol. Creare i presupposti e crederci diventa determinante”. Un commento, poi, sulle caratteristiche necessarie alle mezzali del suo 3-5-2: “Servono palleggio e corsa, oltre al riposizionamento”.

Nicola: “Voglio un Toro coraggioso”

A Nicola, poi, viene chiesto come mai la sua squadra subisce tante ripartenze, ultimamente: “Quando si pressa si rimane uno contro uno. Non ci interessa l’altezza di campo, ma il fatto di credere in quello che facciamo, e dobbiamo ancora migliorare per trovare il giusto equilibrio. Ci lavoriamo, ma voglio una squadra coraggiosa”. Ma a Bologna (1-1 nell’ultimo turno) è mancata concretezza: “Noi dobbiamo produrre, questo è il dato più importante per avere più possibilità di segnare. Poi, ovviamente, servono lucidità e qualità nell’ultimo passaggio, sui quali stiamo lavorando”.

Il Toro non segna da quattro anni su punizione diretta: “Tutti i modi di fare gol sono una risorsa. Non mi interessano i quattro anni precedenti, ma solo i miei tre mesi: ci stiamo lavorando. Abbiamo giocatori con qualità, su di loro cade la scelta. Ne abbiamo tre o quattro”. Nicola poi commenta lo stato di forma del rientrante Sirigu: “Con lui basta uno sguardo, le gerarchie sono chiare. Oggi ci alleniamo, dipenderà dal confronto finale e da come sta. Ci scambieremo le sensazioni e poi decideremo. Quota salvezza? Non ho mai fatto questi calcoli: mi interessano solo i punti in palio domani”.

Davide Nicola, head coach of Torino FC, looks on prior to the Serie A football match between Torino FC and FC Internazionale.
TAG:
conferenza stampa home

ultimo aggiornamento: 25-04-2021


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tore110
22 giorni fa

Mamma mia che scandalo Cagliari , Roma

jerry
jerry
22 giorni fa
Reply to  tore110

Sembrava di vedere celibi ammogliati, è una vergogna !!!!

jerry
jerry
22 giorni fa

Cagliari Roma paurosamente partita venduta

jerry
jerry
22 giorni fa

Credo che al massimo noi pareggiamo ma se la Roma si fa infinocchiare è un complotto, il Cagliari non merita un caxxo quest’anno è peggio di noi e la vittoria di Udine fa pensare.

T
T
22 giorni fa
Reply to  jerry

Beh… ma noi come abbiamo vinto a Udine?

jerry
jerry
22 giorni fa
Reply to  T

Vai a vedere il secondo gol del Cagliari

jerry
jerry
22 giorni fa
Reply to  T

E secondo te è normale che oggi L Udinese ne fa 4 A Benevento?

Nkoulou: “Soddisfatto del pari? No, ma è un punto importante”

Torna Sirigu, Sanabria e Ansaldi dal 1′: la probabile formazione del Toro