Roma, Dzeko imprescindibile: Di Francesco conferma anche Nainggolan

5
CAMPO, 25.9.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 6.a giornata di Serie A, TORINO-ROMA, nella foto: Radja Nainggolan

Probabile formazione Roma / Defrel torna ma va in panchina: spazio a Dzeko. Avanti con il 4-3-3, Florenzi in pole su Bruno Peres per una maglia da titolare

Edin Dzeko è la punta di diamante della Roma. E Eusebio Di Francesco non ha alcuna intenzione di privarsene, nonostante gli incontri ravvicinati. Per questo motivo, oggi contro il Torino sarà ancora in campo, il bosniaco, per cercare di conquistare tre punti importantissimi in ottica Champions League. L’attaccante sarà quindi al centro del reparto a tre che il tecnico ha come sempre disegnato in settimana. Qualche cambio, rispetto alla partita di Londra, verrà fatto. Ma meno di quello che ci si sarebbe potuti aspettare. Di Francesco cerca infatti assolutamente i tre punti, e sa che il Toro, pur se in difficoltà, non è affatto da sottovalutare.

In porta giocherà Alisson, con Florenzi (in vantaggio sull’ex granata Bruno Peres) e Kolarov sulle fasce. Al centro, dato l’infortunio di Fazio, giocherà Hector Moreno, al fianco di Juan Jesus. Anche a centrocampo i cambiamenti non saranno molti. Giocherà al centro della mediana Daniele De Rossi, con Pellegrini (in vantaggio su Strootman) e soprattutto Nainggolan in campo per aggiunere qualità alla manovra capitolina. Manovra che si avvarrà delle giocate di Perotti e El Shaarawy, per rifornire Dzeko, appunto. Niente Defrel, niente Schick (entrambi al rientro): Di Francesco punta sui titolari per scardinare la retroguardia granata. L’attenzione, per il Toro, dovrà essere altissima.

Probabile formazione Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Hector Moreno, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Nainggolan; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. A disp. Skorupski, Lobont, Bruno Peres, Karsdorp, Castan, Strootman, Gonalons, Gerson, Under, Defrel, Schick, Antonucci. All. Di Francesco

Squalificati: nessuno

Indisponibili: Fazio, Manolas, Emerson.

5 Commenti

  1. In tre contro due, a centrocampo si prevedono lezioni di tango. E se la balliamo il tango in difesa faremo altrettanto, magari provando un po’ di salsa per diversificare. Siamo in balia della totale mediocrità della dirigenza, nano in testa, delle follie tattiche e dell’incompetenza dell’invasato serbo e anche, e ahimè quella non manca mai, di una buona dose di sfiga. Risultato scontato, per me, al di là dei numeri. Europa leage solo una parola con cui possiamo fare i risciacqui al posto del colluttorio. Un’altra annata nel cesso, avanti il prossimo e palla al centro.
    Sempre Forza Toro…ma che tristezza!!!

  2. Inizialmente sembrava che di francesco non riuscisse ad essere un mister che potesse sopportare la pressione di allenare la Roma, squadra tra l’altro indebolita rispetto allo scorso anno, ma invece sta tenendo insieme la squadra, sta sfruttando al meglio i giocatori a disposizione e regge il confronto con la stampa e tutto il contesto capitolino. Sarei curioso di capire come ha preparato la partita contro gli schemi di mihalovic. Ah giusto, quali schemi…

  3. Spero sia arrivato il momento della purga..da come schiererà i nostri giocatori capiremo quanto rispetto e “acume” tattico sa dimostrare. .se poi Cairo non interviene allora non gliene frega niente neanche a lui perché troppo concentrato sulle plusvalenze. Il giorno della verità! ONORE E GRAZIE ALLA PRIMAVERA GRANATA