Probabile formazione della Roma contro il Torino / Florenzi non ce la fa, Zaniolo vince il ballottaggio con Pastore

Dopo il poker inflitto alla Virtus Entella in Coppa Italia, la Roma torna all’Olimpico per dare la caccia alla terza vittoria consecutiva in campionato: un risultato che permetterebbe alla formazione di Di Francesco di restare aggrappata alla zona Champions. Contro il Torino, avversario della prima giornata del girone di ritorno, il tecnico giallorosso confermerà il 4-2-3-1 con alcune modifiche, però, rispetto all’ultima uscita della Roma. In porta, confermato ovviamente Olsen mentre nella linea difensiva a 4 saranno Manolas e Fazio a comporre la coppia di centrali. Come aveva anticipato in conferenza stampa Di Francesco, dunque, Manolas ha pienamente recuperato e dopo essere tornato ad allenarsi con i compagni si riprende anche il suo posto in squadra. Completano la linea difensiva Karsdrop e Kolarov.

Roma, in attacco preferito Dzeko a Schick

Per la sua mediana a due Di Francesco si affiderà a Lo. Pellegrini e Cristante con Nzonzi pronto a subentrare, eventualmente, a partita in corso. Confermate le indiscrezioni della vigilia anche per l’attacco. Sarà infatti Dzeko a trascinare i giallorossi, con Schick che partirà dalla panchina, sostenuto da una trequarti tutta qualità. A sostenere l’attaccante, infatti, ci saranno Under e Kluviert con al centro Zaniolo che ha vinto il ballottaggio con Pastore.

La probabile formazione della Roma

Probabile formazione Roma (4-2-3-1): Olsen; Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; Lo. Pellegrini, Cristante; Ünder, Zaniolo, Kluivert; Dzeko. A disp. Fuzato, Grego, Santon, Lu. Pellegrini, Marcano, Coric, Nzonzi, Pastore, El Shaarawy, Schick. All. Eusebio Di Francesco
Indisponibili: Mirante, Florenzi, De Rossi, Juan Jesus, Perotti, Riccardi
Squalificati:


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mikechannon
Mikechannon (@mikechannon)
2 anni fa

La velocità di kluivert e under ci farà soffrire. Giocatori che noi non abbiamo per pungere in contropiede. Ci sarebbe Falque ma lui gioca come il cavallo a scacchi, tre passi avanti e uno a sinistra e poi ricomincia, o Parigini, ma lui si dimentica il pallone

Mikechannon
Mikechannon (@mikechannon)
2 anni fa
Reply to  Mikechannon

La speranza di essere smentito la conservo sempre…

Jones
Jones (@gix)
2 anni fa
Reply to  Mikechannon

ovviamente SFT

Jones
Jones (@gix)
2 anni fa
Reply to  Mikechannon

concordo

Jones
Jones (@gix)
2 anni fa

Dzego all’andata indovinò il tiro della domenica,segnando uno dei pochi gol di questa stagione e noi perdemmo nel finale,la partita dopo con il milan sbagliò un’occasione più facile nel finale e i rossoneri vinsero allo scadere…il calcio resta sempre un gioco dove gli episodi sovente decidono le sorti di un… Leggi il resto »

Peterpann
Peterpann (@peterpann)
2 anni fa
Reply to  Jones

Speriamo che ‘sto fiodena non si ripeta… 😀

Mikechannon
Mikechannon (@mikechannon)
2 anni fa
Reply to  Jones

Quello di dzeko un esempio di come capitalizzare al meglio l’ unica occasione, dote che accomuna il nostro trio d’attacco zaza belo falque. Seduto sul water ci spero sempre.

Mazzarri cambia il Toro: contro la Roma ipotesi difesa a quattro

Le ultime dall’Olimpico: Mazzarri lancia Parigini, Toro col 3-4-3