Roma, spazio al turnover: Schick guida l’attacco, torna Bruno Peres

di Valentino Della Casa - 20 Dicembre 2017

Probabile formazione Roma / Di Francesco pronto a dare spazio alle secondee linee. 4-3-3 con El Shaarawy, Under e Schick. In porta ecco Skorupski

La testa è al Torino, come è giusto che sia. Ma sarebbe innegabile, e anche leggermente ipocrita, pensare che la Roma non stia pensando anche all’imminente sfida di campionato contro la Juventus, dove la squadra di Di Francesco si giocherà una buonissima fetta di possibilità di concorrere, anche lei, allo Scudetto 2017/2018. L’attenzione mediatica riservata a quella partita è molta, e sebbene il tecnico giallorosso abbia cercato di mantenere l’attenzione solo sulla gara odierna di Coppa Italia, non altrettanto sembra fare l’ambiente capitolino. Anche, ma non solo, per questo motivo, la Roma che si vedrà in campo questo pomeriggio alle 17.30 sarà abbastanza diversa dal solito. Negli uomini, più che nel modulo, che resta confermatissimo come 4-3-3.

Un robusto turnover ha infatti in mente l’ex allenatore del Sassuolo, a partire dalla porta, dove giocherà Skorupski al posto di Alisson: l’estremo difensore, corteggiatissimo dal Toro nella scorsa sessione di calciomercato, troverà quindi spazio da titolare, e sarà per lui una ghiotta occasione per farsi notare. A protezione del portiere, la linea difensiva ipotizzata prevede l’impiego dal primo minuto dell’ex Torion Bruno Peres a destra e di Emerson Palmieri a sinistra, con Moreno e Juan Jesus (in ballottaggio con l’altro ex, Castan), a guidare il centro della retroguardia.

Cospicui cambiamenti si registrano anche a centrocampo, dove a fianco dell’immancabile Strootman non giocherà il solito Nainggolan, o De Rossi: le ultime indiscrezioni parlando di una linea mediana composta, oltre all’olandese, da Gerson e Gonalons. A loro verrà dato il compito di rifornire l’attacco, dove giocheranno El Shaarawy e il giovanissimo Under a supporto di Schick: per l’ex Sampdoria quello di oggi sarà un test davvero molto importante. Finora, non ha brillato. Di Francesco si aspetta da lui la differenza.

Probabile formazione Roma (4-3-3): Skorupski; Bruno Peres, Moreno, Juan Jesus, Emerson Palmieri; Gerson, Gonalons, Strootman; El Shaarawy, Schick, Under. A disp. Alisson, Romagnoli, Fazio, Nura, Manolas, Castan, Nainggolan, Pellegrini, De Rossi, Florenzi, Dzeko, Perotti. All. Di Francesco

più nuovi più vecchi
Notificami
sololamaglia
Utente
sololamaglia

Se i giocatori ragionano come certi pseudo tifosi poveri noi

AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Competizione inutile , fatta ad hoc per fare vincere le solite squadre , inutile sprecare troppe energie . Impossibile arrivare in fondo per noi (secondo me )

Bartolomeo Pestalozzi
Utente
Bartolomeo Pestalozzi

Che discorsi del beep. Qualsiasi competizione seria si basa sul ranking o sul seeding dei partecipanti ed in genere è giusto che i trofei li vincano le più forti. Ciò detto se si vuol fare come la Fa cup ben venga, magari è pure auspicabile, ma il fatto che si… Leggi il resto »

AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Basterebbe fare andata e ritorno almeno dagli ottavi e far giocare la più debole in casa , es meglio uno stadio pieno a Pordenone che vuoto a San siro , poi non ho particolari pretese di avere ragione ma io la penso così

Bartolomeo Pestalozzi
Utente
Bartolomeo Pestalozzi

L’andata e ritorno non agevola di certo la squadra più debole, anzi. Mi sta bene che l’Inter giochi a Pordenone però se ci pensi bene è meglio il contrario. E’ meglio per 2 motivi: 1. il Bottecchia ha 2500 posti, quindi la partita non la vedrebbero nemmeno i 4000 andati… Leggi il resto »

AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Fratello , però l’inter a Pordenone avrebbe mosso una regione intera , mentre a Milano nessuno l’ha considerata . Aggiungici che la partita giocata a parti invertite magari la perdevano pure ..

Luca@iltorosonoanchio
Utente
Luca@iltorosonoanchio

Posto che i giallorossi sono più forti e che probabilmente vinceranno, sentire gente che preferisce perdere piuttosto che riaffrontare la gobba mi fa un certo senso: ci sta incazzarsi, essere delusi e volere una squadra che lotta sempre tutti i 90 minuti, ma io voglio sempre vincere (o almeno non… Leggi il resto »

Bartolomeo Pestalozzi
Utente
Bartolomeo Pestalozzi

Cos’è che non ti è chiaro? Per fare quello che desideri tu con la Juve l’ideale è non incontrarla.

Tanaka
Utente
Tanaka

Condivido Luca

remy
Utente
remy

Il sono tra quelli che preferirebbero evitare la gobba, e questo pensiero matura ripercorrendo con la mente i Derby degli ultimi 20 anni.
Come fate a credere , razionalmente, di andare a giocarcela nel loro stadio?
Vorrei capire.