Probabile formazione Sassuolo / Schieramento tipo per i neroverdi: a centrocampo si rivede Pellegrini, Berardi è l’uomo in più

Dopo i sei gol rifilati al Cagliari sul campo di casa, il Sassuolo, che nonostante l’assenza di obiettivi non ha interrotto la sua corsa, sarà di scena questa sera al Grande Torino dove incontrerà i granata di Mihajlovic per l’ultima sfida stagionale. Una sfida nella quale Di Francesco dovrà fare a meno di Mazzitelli, Pegolo, Duncan e Dell’Orco ma potrà anche contare su un Berardi completamente recuperato che, dal suo rientro, è tornato a ricoprire un ruolo fondamentale nella squadra neroverde. In attacco, dunque, nessun dubbio per il tecnico del Sassuolo Di Francesco che, nel suo tradizionale 4-3-3 si affiderà proprio a Domenico Berardi insieme a Iemmello e Politano. Un attacco a cui il Toro dovrà fare particolarmente attenzione: imprevedibilità e precisione sono due peculiarità del reparto avanzato di una squadra che vuole concludere alla grande la stagione e per i granata potrà essere un ostacolo non semplice da superare.

La novità più interessante in casa Sassuolo, però, riguarda il centrocampo. Oltre alla conferma di Magnanelli e Sensi, infatti, Di Francesco ritrova dal primo minuto anche Pellegrini. In difesa, invece, davanti a Consigli, spazio ad Acerbi, giunto alla sua 81ª presenza consecutiva con il Sassuolo, insieme a Letschert con Lirola e Peluso sugli esterni.
Ecco dunque la probabile formazione del Sassuolo per il match contro il Torino.

Probabile formazione Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Acerbi, Letschert, Peluso; Sensi, Magnanelli, Pellegrini; Berardi, Iemmello Politano. A disp. Pomini, Pegolo, Antei, Gazzola, Cannavaro, Missiroli, Biondini, Aquilani, Mazzitelli, Matri, Defrel, Ragusa. All. Di Francesco
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Consigli, Dell’Orco, Duncan, Ricci.


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
BisGranata
BisGranata(@bisgranata)
4 anni fa

Questi hanno un allenatore che insegna a giocare a calcio e anche una bella rosa, concludono il campionato sui nostri livelli, avendo avuto mezza rosa infortunata e l’Europa League, finale di stagione in crescendo che lascia intuire che ci sarebbero stati facilmente sopra in classifica senza una stagione sfortunata.

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa
Reply to  BisGranata

Ciao gobbo.

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa

Meglio Iemmello o Berardi?

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa
Reply to  Gibbs

Io dico Berardi… Ogni tanto perde le staffe, è di scuola gobba, un provocatore che a sua volta cade nelle provocazioni, ma tecnicamente è superiore… chissà se senza infortuni sarebbe ancora a Sassuolo?

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa
Reply to  Gibbs

Io credo che i gobbi abbiano capito la sua fragilità fisica e non abbiano insistito così tanto per averlo, o meglio, non abbiano anche fatto più di tanto pressioni sul giocatore per farlo rientrare. Dovesse esplodere il prossimo anno, resisterà alle famose sirene del “calcio che conta”?

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa
Reply to  Gibbs

Su questo è difficile rispondere… la carriera di un calciatore dura, in media, una dozzina di anni a certi livelli se si è più fortunati e dotati di altri. Lo stesso discorso vale per i nostri, Belotti ad esempio, riuscirebbe, pur sapendo di giocare di meno, a resistere alle sirene,… Leggi il resto »

Gibbs
Gibbs(@gibbs)
4 anni fa
Reply to  Gibbs

Credo proprio di no, pensandoci bene, ci sono treni che passano una volta sola nella vita… Il Real, il Bernabeu, la camiseta blanca, un ingaggio stellare ed ogni anno i vertici europei e mondiali. Diverso sarebbe invece un corteggiamento da una squadra del campionato cinese… Ingaggio stellare sì, ma torneo… Leggi il resto »

Claudio (Trapano)
Claudio (Trapano)(@trapano)
4 anni fa
Reply to  Gibbs

???????

Torino, nessun dubbio per Mihajlovic: in campo torna anche Valdifiori

Le ultime dal Grande Torino: il ritorno al 4-3-3