Le parole del tecnico della Spal Semplici alla vigilia della sfida contro il Torino, in programma domenica 2 settembre alle 20:30

Dopo le due vittorie consecutive nelle prime due giornate di campionato, la Spal affronterà domani sera, domenica 2 settembre, il Torino di Mazzarri. E a presentare la sfida contro i granata è il tecnico dei ferraresi Semplici: “Il Torino si è rinforzato notevolmente. E’ una squadra che viene subito dopo le prime quattro o cinque del campionato. Sarà una partita veramente difficile, soprattutto perchè giocheranno in casa e arrivano da due ottime gare con Roma e Inter contro cui hanno raccolto meno di quanto meritato. cercheremo di andare a Torino con grande rispetto, ma consapevoli di attraversare un ottimo momento che vogliamo proseguire. Dovremo interpretare una gara di grande personalità e determinazione, una partita perfetta. L’idea di calcio che vogliamo proporre, attraverso il possesso palla, è il comando del gioco”.

Torino-Spal, Semplici: “Non dobbiamo perdere l’equilibrio”

In settimana i ragazzi si sono giustamente attirati tante attenzioni, sappiamo bene qual è il nostro cammino e non dobbiamo mai perdere l’equilibrio altrimenti diventiamo battibili da tutti. Adesso dovremo essere bravi a preparare questo ciclo di partite difficili lavorando con ancora più determinazione. Sono i calciatori a trasmettermi la voglia e la capacità di proporre un certo tipo di gioco. Attraverso gli allenamenti mi indicano la strada da percorrere, quest’anno abbiamo maggiore maturità e convinzione e mi auguro che manterremo la nostra identità anche quando arriveranno momenti difficili”.

Torino-Spal, Semplici: “Abbiamo recuperato tutti tranne Bonifazi e Floccari”

“In settimana abbiamo avuto qualche problemino ma sono tutti recuperati, tranne Bonifazi e Floccari. Valdifiori è entrato bene nelle scorse gare, lo abbiamo fortemente voluto e sicuramente potrà mettere in mostra le sue qualità. Djourou si è allenato per la prima volta tutta la settimana con noi, Fares e Costa hanno qualità simili e sceglierò come sempre partita per partita. Paloschi non è ancora entrato visto che i cambi fatti fino ad ora sono stati tutti quasi obbligati, dispiace perché si allena in maniera straordinaria ed è importantissimo per noi. Arriverà anche il suo momento”.


Mazzarri: “Zaza scalpita. L’addio di Ljajic? Risorsa importante ma rispetto la scelta”

Torino-Spal, i convocati: c’è Baselli