Col pareggio, 1-1, col Verona, il Torino è al momento fuori dalla zona retrocessione, in attesa della partita dello Spezia

Un gol, quello di Bremer all’84’, che permette al Torino di pareggiare i conti col Verona e di guadagnare un punto sulle avversarie oggi sconfitte (Parma, Cagliari e Fiorentina): in attesa dello Spezia al momento il Toro è fuori dalla zona retrocessione. Due le novità rispetto alla vittoria del Tardini. Il Torino contro il Verona schiera Murru a tutta fascia, sulla sinistra, e non Rodriguez come contro il Parma, mentre alle spalle di Belotti non c’è Verdi, che inizia dalla panchina, ma Gojak, premiato per il buon impatto contro i gialloblù domenica scorsa. Non è un primo tempo scoppiettante: il Toro si fa vedere dalle parti di Silvestri dopo sette minuti, ma prima Faraoni anticipa Gojak, poi il portiere si fa trovare pronto su Belotti. Il Verona con pazienza fa girare palla tentando da subito di frenare il Toro che da parte sua ci prova di nuovo con Belotti ma la conclusione è facile preda di Belotti. Prova a rispondere Kalinic un minuto più tardi ma Sirigu non si fa sorprendere. Al 25′ Juric deve richiamare Veloso, infortunato: al suo posto entra Ilic. Non cambia di intensità la partita: da segnalare un tentativo di Lukic al 35′: il numero sette sfonda sulla destra, entra in area e serve Belotti, che prova due volte il tiro, sempre murato da Gunter. Verona pericoloso in contropiede nel finale quando Rincon perde un pallone a centrocampo: per fortuna dei granata l’azione non si concretizza. Si va al riposo sullo 0-0.

Secondo tempo: Bremer pareggia i conti

Nella ripresa il piglio del Verona sembra diverso rispetto a quello del primo tempo, e lo si capisce già dopo poche giocate. Bravo Lyanco su Kalinic dopo una manciata di minuti, poi è Lukic ao 21’ che va vicino al gol con una conclusione che si spegne a pochi centimetri dal sette. Non passa neanche un minuto e la squadra di Juric passa: lancio di Zaccagni a pescare D’imbarco che da posizione defilata calcia al volo di sinistro trovando un eurogol. Festeggia il Verona con l’intera panchina, ma il Toro non sembra volersi arrendere. Giampaolo richiama Gojak e Linetty per Segre e Verdi, poi inserisce anche il recuperato Ansaldi al  posto di Murru e Bonazzoli per Lukic. Granata a trazione anteriore che all’84’ pareggiano i conti: cross di Verdi dalla destra, pallone respinto da Faraoni direttamente su Bremer che non ci pensa due volte. La rete del pari dà ulteriore spinta psicologica ai granata che chiudono in avanti senza tuttavia riuscire a trovare il gol da tre punti.

Marco Giampaolo e Andrea Belotti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-01-2021


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
astigranata
astigranata
5 mesi fa

invece di nuovo dentro alla zona retrocessione dopo il miracolo dello SPEZIA, . A noi i miracoli no riescono MAI

tric
tric
5 mesi fa

Se non si vince in casa col Verona il rischio retrocessione è palpabile.

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
5 mesi fa
Reply to  tric

Beh direi che possiamo sempre tentare di vincere con:

Crotone, Parma, Genoa, Spezia, Cagliari, Fiorentina, Udinese, Bologna, Sampdoria e Benevento 🙂

Joel19 (Cairese??_NO STADIO_NO SKY)
5 mesi fa

Il problema è che non riusciamo a portare a casa i 3 punti nemmeno con squadre alla nostra portata…..continuo a non vedere una parvenza di gioco, sembra di vedere un’ accozzaglia di onesti mestieranti messi insieme l’altro ieri…….per la salvezza sarà dura lotta…
#CAIROVATTENE

Torino-Verona: la moviola in diretta

Torino-Verona 1-1: il tabellino